AutoServizi

Fiat e Fase 2 al via tra Panda e 500 con il pacchetto igienizzante

L’igienizzazione dell’auto diventa un must della fase 2 in auto? Fiat, che da anni mette in campo le auto più acquistate dagli italiani, è la prima a proporre un pacchetto ad hoc: si chiama D-Fence by Mopar ed è composto da un filtro per l’abitacolo ad alta pressione, purificatore d’aria e lampada UV. Una ricetta in grado di igienizzare l’interno dell’auto migliorando la qualità dell’aria proveniente dall’esterno, purificando quella all’interno ed eliminando fino al 99% dei batteri. Andiamo al dunque, quindi, e vediamo in cosa consiste la proposta del marchio, soprattutto alla luce del fatto che Panda è la best seller nel Belpaese nel noleggio a lungo termine (oltre 17.300 unità; fonte Dataforce, true fleet 2019) e nel canale delle flotte aziendali (3740 unità).

Come funziona l’igienizzazione pensata da Fiat

D sta per “Drive”; Fence per recinto.

Fiat riparte con gli italiani offrendo D-Fence per la sua flotta, oggi pronta più che mai rispondere alla più attuali necessità. Il pacchetto nello specifico è composto da tre dispositivi selezionati da Mopar, il brand del Fca Group dedicato ad assistenza, ricambi e supporto al cliente.

Ecco un filtro ad alta pressione, in grado di filtrare l’aria prima di usufruire della vettura, trattenendo il particolato e il 100% degli allergeni provenienti dall’esterno. Un air-purifier, ossia il filtro Hepa (quelli degli aerei, ndr) invece interviene sull’aria che è già all’interno dell’abitacolo, trattenendo le micro particelle, quali il polline e i batteri. Infine, una lampada a raggi ultravioletti, per eliminare con la luce fino al 99% dei batteri presenti sulle superfici come volante cambio e sedili.

«Fiat vuole essere parte attiva e propositiva di questa fase attraverso le sue auto più iconiche e vendute, Panda e 500, – ha dichiarato Olivier François, president Fiat brand global and chief Marketing officer di Fca -. Abbiamo deciso di fare un passo ulteriore, offrendo due nuovi prodotti: il pacchetto D-Fence selezionato da Mopar e uno speciale finanziamento studiato con FCA Bank. Infatti, l’auto saprà, ancora più di prima, essere attenta al benessere di chi la utilizza.. E continuerà ad essere protagonista nella mobilità urbana di domani».

Fiat 500 e Fiat Panda nelle motorizzazioni mild hybrid

Un’auto al costo dell’autobus con Fiat

Avere più attenzione all’igiene secondo Fiat non sarà un salasso per gli automobilisti. Soprattutto in questo momento che l’auto dovrà arrivare in soccorso ai cittadini per evitare assembramenti e ulteriori contagi. Il brand in collaborazione con Fca Bank, dunque, propone il prodotto finanziario #partileggero e la possibilità di mettersi al volante di Panda a partire da 3 euro al giorno mentre Panda Hybrid e 500 Hybrid da 4 euro (esclusi costi di gestione). Sui due modelli, le emissioni di Co2 rispetto al motore a benzina scendono del 30%.

«L’alternativa a due corse in metro in una qualsiasi capitale europea», precisano dalla Casa.

Il finanziamento prevede inoltre anticipo 0 e prima rata posticipata al prossimo anno.

40 anni di Panda con gli italiani

Il pacchetto D-Fence per Panda è l’aggiungersi di una nuova pietra miliare.

In 40 anni ha appassionato automobilisti e aziende di ogni tipo: l’inizio della fase 2 per gli addetti ai lavori, dunque, si rivela una preziosa occasione per rimettere il luce la praticità e versatilità del modello, ancora in grado di accompagnare il Belpaese in tanti momenti diversi. Uno spot, già su Youtube, mostra l’auto protagonista e invita a ripartire tutti insieme.

“Ripartiamo dall’Italia, ripartiamo dai prodotti italiani” è la campagna di comunicazione, affidata all’agenzia creativa Leo Burnett di Torino, che festeggia la quarantenne in splendida forma. Buona ripartenza a tutti e buon compleanno Panda.

Approfondisci qui con le versioni mild hybrid delle icone di casa Fiat, provate per voi a Bologna.

MissionForum Digital
Precedente

MissionForum Digital con i noleggiatori delle flotte aziendali sulla mobilità della fase 2

flessibilità del noleggio
Successivo

La flessibilità del noleggio post Covid19 al centro di MissionForum Digital