Auto

Lo Škoda Kodiaq prende forma. In attesa del lancio di settembre

Dopo Seat con l’Ateca (vedi la recente presentazione cliccando qui) un’altra casa della galassia Volkswagen, ovvero Škoda, si appresta a entrare nel mondo Suv con il Kodiaq. Che si basa su un concept bellissimo presentato al recente Salone di Ginevra (leggi: Skoda, per chi punta alla sostanza in arrivo una gamma completa) , per il quale di recente è stato svelato il nome (leggi: Il nuovo suv di casa Škoda si chimaerà Kodiaq), e che verrà lanciato globalmente a settembre.

“Škoda Kodiaq è una vettura estremamente versatile. È spazioso e si presenta con la migliore offerta della sua classe. È un modello robusto, adatto a tutti i tipi di strada e offre massima flessibilità e piena funzionalità. Abbiamo cercato di rendere al meglio questo concetto tanto all’interno quanto all’esterno” spiega Jozef Kabaň, Responsabile del Design Škoda.

Le forme sono infatti precise e taglienti, la linea laterale a incasso evidenzia il carattere robusto del grande Suv, con i gruppi ottici inclinati che rendono la calandra ancora più ampia. Il posteriore scolpito accentua il carattere sportivo e robusto della vettura, con le luci posteriori a Led progettate seguendo la tipica forma a C della Marca, in armonia con le linee laterali del modello. Il passo lungo e gli sbalzi ridotti rendono l’interno spazioso tanto che, su richiesta, è possibile avere due sedili supplementari per la terza fila.

“Il Kodiaq è un modello pioneristico per la nostra Marca sotto due aspetti. Entriamo nel segmento dei Suv con un’auto di grandi dimensioni, posizionata sopra la Yeti. Allo stesso tempo, Kodiaq recepisce il nuovo linguaggio stilistico. È potente ed emozionante” dice ancora Kabaň che sottolinea: “Il nostro obiettivo è combinare la migliore forma estetica con la massima funzionalità, così da poter smettere di parlare di due caratteristiche tra loro differenti. Siamo alla ricerca di bellezza nella semplicità, senza trascurare la funzionalità o l’ergonomia. per raggiungere il massimo equilibrio” come quello raggiunto dai nativi dell’isols di Kodiak con gli orsi che popolano la località dell’Alaska…

 

Precedente

Svolta Volkswagen: si punta su elettrico, low cost e mobilità alternativa

Successivo

Masternaut lancia il modulo per la manutenzione