Auto

Nuova Mazda CX-30, prevendita record per il crossover giapponese

In Italia, oltre mille clienti hanno già preordinato la nuova Mazda CX-30, il nuovo crossover della casa giapponese le cui prevendite sono cominciate a inizio luglio. L’ultima nata del brand con sede a Hiroshima ha battuto ogni record: mai nessun modello era stato venduto con questi volumi in così poco tempo.

Un quarto dei clienti che hanno ordinato la vettura ha scelto la motorizzazione Skyactiv-X, un 2 litri benzina ibrido da 180 CV che arriverà nelle  concessionarie italiane a partire da metà ottobre.

In attesa di toccare con mano il prodotto, Mazda Motor Italia ha creato Mazda CX-30 Community Lab per dialogare con i potenziali clienti: si tratta di una comunità virtuale su Facebook, nel quale tutti gli iscritti hanno la possibilità di rapportarsi con la filiale italiana dell’azienda del Sol Levante. L’iniziativa ha ottenuto oltre 28.000 interazioni, 1120 post e 9240 commenti, che si sono tradotti in circa 900 appuntamenti per test drive dei contatti interessati.

L’amministratore delegato di Mazda Italia, Roberto Pietrantonio, ha sottolineato le potenzialità di questo che sostanzialmente è a metà tra l’essere un crossover e un Suv: «Siamo felici di questo debutto memorabile sul mercato della nostra CX-30. Credo questo prodotto possa regalare grandi soddisfazioni a Mazda Italia e alla propria rete di concessionari che meritano questo riconoscimento per il grande lavoro qualitativo e la grande passione profusa in questi anni per il nostro marchio».

La nuova Mazda CX-30, presentata al Salone di Ginevra e reduce dell’anteprima italiana al salone dell’auto Parco Valentino a Torino, si posiziona tra il city crossover CX-3 e il SUV CX-5, con 4.395 mm di lunghezza, 1.795 mm di larghezza e un bagagliaio di 430 litri. Insomma, un segmento di mercato nuovo per Mazda: quello dei crossover compatti.

Leggi della versione ibrida di Mazda 3

Tre motorizzazioni per la nuova Mazda CX-30: 2 benzina e 1 Diesel

Tre le motorizzazioni posizionate sotto il cofano e già conformi alla normativa Euro 6D, obbligatoria a partire da gennaio 2021: il 2 litri benzina Skyactive-X Mazda M Hybrid da 180 CV; il 2 litri benzina Skyactive-G Mazda M Hybrid da 122 CV e il 1,8 litri diesel Skyactive-D da 116 CV.

La prima di queste è dotata della tecnologia SPCCI (Spark Plug Controlled Compression Ignition) di Mazda, che la rende la prima unità a benzina prodotta in serie al mondo a combinare il funzionamento di un motore a benzina con l’accensione a compressione di un diesel, a tutto vantaggio dell’efficienza nei consumi e delle prestazioni.

La seconda unità a benzina si caratterizza invece per la presenza del sistema di disattivazione dei cilindri che aumenta ulteriormente l’efficienza del propulsore, che arriva a consumare 5,1 l/100 km nel ciclo combinato con un livello di emissioni di CO2 di 116 g/km.

Nuova Mazda CX-30: mild hybrid e 4 allestimenti a partire da 26.150 euro

Gli ingegneri hanno scelto la tecnologia Mazda M Hybrid, il sistema mild hybrid con batteria agli ioni di litio da 24V che garantisce elevate prestazioni migliorando il piacere di guida ai bassi regimi. Grazie a Mazda M Hybrid, la CX-30 sia con Skyactiv-X che con Skyactiv-G è omologata come veicolo ibrido, ottenendo così tutti i vantaggi previsti per tale tipologia di auto, quali ad esempio l’esenzione del pagamento del bollo auto, il parcheggio gratuito, o l’accesso nelle aree ZTL in base a quanto previsto dalle singole amministrazioni locali.

E il Diesel? Grazie all’utilizzo di iniettori piezoelettrici ad alta pressione, a una turbina a geometria variabile e a un rapporto di compressione di 14,8:1, consuma in media 4,4  l di gasolio ogni 100 Km.

Gli allestimenti sono invece 4, tutti con gli ultimi sistemi di assistenza alla guida i-Activsense tra cui la frenata automatica con riconoscimento dei pedoni e dei cicli, il sistema di mantenimento della carreggiata, i fari anteriori full LED con controllo automatico degli abbaglianti, il sistema di monitoraggio posteriore del veicolo con frenata automatica in uscita dal parcheggio, il riconoscimento della stanchezza del guidatore e, unico del segmento, l’head-up display, che proietta sul parabrezza le principali informazioni di guida, comprensivo anche del sistema di riconoscimento dei segnali stradali. Di serie anche il Cruise Control Adattivo che non solo mantiene automaticamente la distanza dall’auto che precede, ma offre anche la possibilità al guidatore di impostare automaticamente la velocità di crociera in base ai limiti di velocità presenti sul tragitto (Intelligent Speed Assist).

Sul mercato, ci sono l’allestimento Evolve (da 24.750 euro), la più ricca versione Executive (da 26.150), la versione Exceed (da 28.200) e la versione Exclusive (da 30.050), che rappresenta il top di gamma della CX-30. Tutte le motorizzazioni potranno essere equipaggiate anche con il cambio automatico Skyactiv-Drive a 6 rapporti e la trazione integrale on demand di tipo attivo i-Activ AWD.

Scopri chi è il nuovo direttore vendite di Mazda Italia

Nuova Mazda CX-30

dekra
Precedente

Dekra Italia mette al centro la customer experience

Nuova Land Rover Defender
Successivo

Nuova Land Rover Defender, Suv o fuoristrada?