AutoGreen

Nuova Mini elettrica, dal 9 luglio al via le prenotazioni online

A partire dal 9 luglio sarà possibile prenotare online la nuova Mini elettrica. La vettura a emissioni zero del gruppo Bmw combina mobilità sostenibile con divertimento di guida tipico della Mini, auto che con questa piattaforma venne lanciata nel 2001. La Mini full electric ha un motore da 184 CV e un sistema di trazione con controllo dello slittamento delle ruote anteriori che non smentisce il tradizionale go kart feeling tanto amato dagli appassionati del modello.

La batteria agli ioni di litio permette un’autonomia compresa tra 235 e 270 chilometri. Situata nel pianale del veicolo, evita una riduzione del volume del vano bagagli rispetto alla tradizionale Mini 3 porte con motore termico. Notevole l’accelerazione: partendo da fermo, raggiunge i 60 Km/h in 3,9 secondi e i 100 in 7,3 secondi, con velocità massima di 150 km/h e una tenuta di strada migliore rispetto alla versione termica. Il motivo? Un baricentro più basso dato dalle batterie situate nella parte bassa della vettura. A tutto vantaggio del bagagliaio, che tocca i 211 litri espandibili a 731 reclinando gli schienali posteriori.

La nuova Mini elettrica, prodotta nello stabilimento di Oxford e messa a punto in Germania, differisce dalla versione a motore termico per alcuni particolari. Se la presa di ricarica è dove si trova il vano rifornimento della Mini 3 porte, è il logo “Mini Electric” in rilievo che segnala il differente tipo di alimentazione. Le versioni gialle di questo logo appaiono sugli inserti degli indicatori di direzione laterali, nonché sul portellone e sulla griglia anteriore del radiatore.

Nuova Mini elettrica, di serie la protezione acustica dei pedoni

Seguendo la normativa europea (scopri di più), la nuova Mini elettrica è dotata di serie di “protezione acustica dei pedoni” che genera un suono distintivo creato apposta per la Mini Full Electric.

Ma la tecnologia è molto di più: il conducente può impostare il veicolo alle condizioni stradali e alle proprie preferenze personali. E ancora: i modelli full electric del gruppo Bmw si basano sul one-pedal feeling. Questo sistema prevede che il veicolo possa essere decelerato a basse velocità senza utilizzare l’impianto frenante. La misura in cui l’energia frenante viene recuperata e il veicolo viene decelerato durante le fasi di coasting può essere determinata tramite un sistema ad hoc. E tale recupero può essere gestito in proprio con un interruttore.

Differenti anche le modalità di ricarica della Mini elettrica. L’auto può essere collegata alla rete elettrica tramite  presa di corrente domestica, tramite Mini elettric wallbox o da una stazione di ricarica pubblica.

Se il cavo di ricarica è disponibile come standard con la vettura, la wallbox invece è disponibile come optional. Entrambe le opzioni consentono alla batteria di essere caricata in 2 ore e mezza fino all’80% e in 3 ore e mezza al 100%. Una stazione di ricarica rapida CC (corrente continua) consente di ricaricare il veicolo ancora più velocemente e di raggiungere una carica dell’80% in 35 minuti.

L’installazione è offerta insieme alla Mini Electric Wallbox. Il servizio Chargenow offre ai clienti l’accesso alla più grande rete mondiale di stazioni di ricarica pubbliche. La registrazione presso la stazione di ricarica e il pagamento della corrente elettrica utilizzata avviene tramite la scheda ChargeNow o l’app.

Nuova Mini elettrica, ecco il link dove opzionarla

L’allestimento standard della Mini Full Electric comprende un sistema di climatizzazione automatica bizona, per il conducente e per il passeggero anteriore. Il tutto attivabile anche da remoto, per impostare l’orario di partenza previsto.

Approfondisci sulla telematica dell’automotive che misura il degrado delle batterie.

A bordo della emissioni zero del gruppo Bmw, un sistema di navigazione che suggerisce anche un percorso Green per consumare meno energia possibile. Una mappa mostra anche le stazioni di ricarica pubbliche nelle vicinanze del veicolo.

Sono disponibili 4 versioni, ciascuna con diverse finiture esterne, cerchi in lega leggera, rivestimenti dei sedili e finiture interne. Tutto ciò è personalizzbile dal cliente.

Il prezzo di partenza della nuova Mini Full Electric nel mercato italiano è di 33.900 euro (senza ecoincentivi). Dal 9 di luglio, come detto, i clienti italiani potranno prenotarla attraverso una piattaforma online dedicata. L’opzione sarà finalizzata al pagamento di 500 euro.

Nuova Mini elettrica

Volkswagen Transform 2025+
Precedente

Elettrificazione, Suv e tecnologia digitale: Volkswagen Transform 2025+ alla fase due

Gestione flotta da parte di Masternaut
Successivo

Gestione flotta da parte di Masternaut: le nuove funzionalità di Connect