AutoGalleryGreen

L’elettrico per tutti è ZOE. La prova della city car con la nuova autonomia

E’ un po’ come sciare sulle piste appena battute, con i gatti delle nevi che hanno lasciato tutta per te la pettinatura perfetta. Alla guida della potenziata Renault Zoe sulle colline della Basilicata, la sensazione è un po’ questa: guida fluida, brio elettrico, ottima vivibilità dell’abitacolo che ha fatto il miracolo dello spazio in una utilitaria. L’abbiamo provata tra Matera, la “città fantasma” di Craco e Castelmezzano affacciato sulle “Dolomiti lucane”, noto borgo del “Volo dell’Angelo” dove una zipline permette di sorvolare la vallata a 110 chilometri orari sospesi a mille400 metri di quota.

La nuova Renault Zoe – alla terza generazione come vi avevamo scritto già qui – arriva a percorrere 395 km grazie a una nuova batteria di 52 kWh e punta a mietere ancora più successi di quanto ottenuto finora, nei panni dell’auto elettrica più venduta in Europa. Da gennaio a oggi sono state vendute 1.881 unità della versione precedente. La quota di mercato nel Belpaese è del 22% in uno scenario competitivo che vede Smart Fortwo EQ, Tesla model 3, Nissal Leaf e Smart Forurfour EQ.

E’ Francesco Fontana Giusti, direttore Comunicazione e Immagine di Renault Italia a porre l’accento sui numeri durante la presentazione tenuta a Matera, ieri.

Vendite su del 50%, democraticità elettrica necessaria

“Le vendite europee aumentano del 50% fino a oggi, sul risultato di 39.469 Zoe commercializzate nel 2018: con 170mila clienti è dichiaratamente l’auto elettrica più venduta in oltre 50 Paesi. La nuova versione di oggi è frutto di una lunga esperienza nell’elettrico,  che anzitutto è un modo diverso di vivere la mobilità nonché un focus primario per tutte le case automobilistiche. Per quanto ci riguarda sono 10 anni che lavoriamo sull’argomento e siamo molto avanti nello sviluppo. La mobilità elettrica è importante per la salute e per il clima, ma per cambiare dobbiamo crearla per tutti e non solo per pochi”, argomenta.

Ecco quindi l’utilitaria, una nuova Renault Zoe che guida la democratizzazione EV. Dal lontano 2012 quando viaggiava per 150 km “in uso reale” è passata attraverso queste innovazioni: nel 2016 ha montato un motore da 65 kw che nel 2018 ha portato a 80 kw e oggi a 100 kw e 135 cv, mentre nel 2016 la batteria da 41 kWh per percorrere 300 km viene oggi potenziata a 52 kWh, per arrivare all’autonomia dichiarata dei 395 km già detti.

Tra le novità principali anche la ricarica rapida fino a 50 kWh e una funzionalità B Mode del cambio che da sé scala la marcia e permette di guidare con un solo pedale.

Nuova Renault ZOE

Il 10% delle vendite dall’elettrico entro 2022

I progetti della Casa incentrano sugli EV: “Entro il 2022 il 50% della gamma Renault sarà elettrificata, con 8 veicoli completamente elettrici (due nuovi modelli ancora non svelati, ndr) e il 10% delle vendite sarà ottenuto da questi ultimi”, anticipa Fontana Giusti. Tutto ciò vale un miliardo di euro di investimenti in impianti di produzione. Nella sola fabbrica di Parigi, si stima di duplicare la costruzione di Zoe entro il 2022.

Per raggiungere questi goals, Renault sta agendo su svariati fronti, oltre a quello delle flotte aziendali. “Già oggi i parchi auto delle imprese vedono la versatilità di Zoe ampiamente apprezzata, ci auguriamo che l’aumento dell’autonomia di percorrenza sia un ulteriore punto a favore – commenta Gabriella Favuzza, public affairs & electric vehicles brand manager di Renault Italia -. La ricarica a 22 kw è una delle ragioni per cui scelgono Zoe”. L’auto, infatti, viene venduta con il cavo a corrente alternata (AC) fino a 22 kw incluso. Per quanto riguarda il valore residuo, la Casa dichiara il 45% dopo tre anni.

Lavorare sull’ecosistema

Interessante notare che tra i canali di vendita non si tralascia il car sharing (sono 7mila le Zoe in Europa, in tal caso, 650 in Italia) e sono diversi i progetti con i territoriqui vi abbiamo raccontato di Desenzano sul Garda – per favorire la diffusione dell’elettrico.

“Dobbiamo lavorare su un ecosistema più ampio: a Porto Santo, in Portogallo– continua Fontana Giusti -, siamo partner dell’azienda dell’energia elettrica di Madeira per favorire la transizione energetica dellʼisola”. Dall’estate circolano 14 Renault Zoe e 6 Kangoo Z.E., utilizzate come taxi e come navette da alberghi e istituzioni.

Nuova Renault ZOE, batteria a noleggio o in acquisto

Da sempre Renault ha offerto la possibilità di pagare la batteria anche con un canone di noleggio. Si è trattato di un incentivo per abbattere il prezzo delle auto elettriche, come noto primo fattore frenante (oltre all’autonomia e alla capillarità delle stazioni di ricarica). “Siamo stati i primi a introdurre questa formula, a quanto ci risulta ancora inesplorata”, aggiunge Favuzza.

Questa opportunità unita all’incentivo della sostituzione gratuita della batteria quando questa perde il 25% di autonomia sono state le mosse vincenti. Ancora oggi valgono e, in particolare, per Renault Zoe si parla di 74 euro al mese per il noleggio, opzione di coloro che percorrono fino a 7.500 km all’anno. Con 10 euro in più si aggiungono 2.500 km. Infine con un canone di 124 euro – solo per i privati – la si noleggia per chilometri illimitati.

“Il 55 delle vendite per Zoe avviene con batteria a noleggio, mentre su Twizy addirittura il 95%”, conclude la manager. Il prezzo della batteria è calcolato in 8.200 euro.

I prezzi della nuova ZOE

VERSIONE MOTORIZZAZIONE VERSIONE CON BATTERIA

A NOLEGGIO

PREZZO CHIAVI IN MANO*

 

VERSIONE CON BATTERIA DI PROPRIETÀ

PREZZO CHIAVI IN MANO*

LIFE R110 (80 kW) 25.900 € 34.100 €
ZEN      R110 (80 kW) 27.100 € 35.300 €
 R135 (100 kW) 27.700 € 35.900 €
INTENS  R135 (100 kW) 29.300 € 37.500 €
EDITION ONE  R135 (100 kW) 31.300 € 39.500 €

* IVA e messa su strada incluse

Come ampiamente noto, i contributi all’acquisto a livello nazionale sono di 6.000 euro in caso di rottamazione di veicolo Euro 1-2-3-4 e di 4.000 euro senza rottamazione.

Sguardo all’estetica

Di rilievo il frontale tutto nuovo, i nuovi fari a C che sono la firma luminosa di Renault, nonché l’ampia gamma di cerchi da 15 a 17 pollici. E ancora, nove colori totali, interni che seguono le novità introdotte dalla nuova Clio. Un display multimediale touch screen fino a 9,3 pollici, orientato in verticale e pratico da usare. La tecnologia Easy Connect associa Renault Easy Link e l’App My Renault per dialogare con l’auto e impostare percorsi anche in funzione delle ricariche.

“I designer si sono focalizzati sulla qualità delle finiture – afferma Fontana Giusti -, l’impatto è Wow per la tecnologia, la sensazione è di ampliamento dell’abitacolo, i tessuti provengono da materiali riciclati (sono i resti delle cinture di sicurezza e bottiglie di plastica) per una riduzione del 60% di CO2 con queste tecniche di recupero”. Confermiamo: i 5 posti sono reali e driver e passeggero godono di una visuale molto ampia per una utilitaria.

Questo fine settimana del 16-17 novembre la nuova Renault Zoe è in concessionaria. In Italia, dal lancio nel 2013 sono state vendute 4.200 di queste city car. Un dettaglio: tutti i dealer vengono formati a vendita e post vendita da 30mila esperti dedicati, in Europa.

Pneumatici auto invernali
Precedente

Pneumatici auto invernali obbligatori da oggi, ecco i migliori

Tasse auto aziendali
Successivo

Di nuovo sulla tassa auto aziendale, autogol