polestar 2 in italia

Polestar 2 arriva in Italia. Vendite record nel primo semestre 2022

Dopo oltre 32.000 ordini di clienti a livello globale dall’inizio del 2022 e un incremento del 125%, ora Polestar si prepara all’arrivo in Italia. Il marchio, che ha alle spalle Volvo e il gruppo Geely, continuerà a mostrare attenzione alla sicurezza, focalizzandosi nello specifico su design e performance. La berlina elettrica “2” , in vendita dal prossimo ottobre, sarà in grado di offrire fino a 408 CV e 551 km di autonomia secondo il ciclo Wltp.

Entro la fine dell’anno verrà anche presentato il sofisticato Suv Polestar 3. Nel 2023 toccherà alla crossover Polestar 4. Il tutto in attesa della supercar “5”: da 884 CV, nel 2024.

Polestar è in 25 Paesi oggi

Lo sviluppo di questi nuovi modelli full electric è destinato a spingere il marchio nei segmenti dei Suv premium ad alto margine. Inoltre, a guidare e a sostenere la domanda dei clienti ci sarà una crescente presenza ed espansione in nuovi mercati.

«Vendendo già in 25 Paesi in tutto il mondo, Polestar ha una posizione unica nel mercato degli EV – spiega Thomas Ingenlath, Ceo di Polestar e designer -. Siamo un’azienda vera e propria, non una società basata su promesse: oggi più di 55.000 auto Polestar sono in circolazione in tutto il mondo e stiamo lanciando una straordinaria gamma di tre nuovi modelli in soli tre anni. Questi splendidi veicoli elettrici sono tutti in fase avanzata di sviluppo e, grazie ai nostri esperti partner industriali, siamo in grado di produrre auto di grande qualità».

La società produce in Cina e ha annunciato che sta procedendo con l’introduzione di un secondo turno in fabbrica, al fine di recuperare parte della produzione persa all’inizio dell’anno. Il Governo, infatti, ha imposto un altro severo lockdown durante la prima metà del 2022.

Polestar 2 in Italia: è il modello dell’espansione

ll marchio ha conquistato il suo 25° mercato globale nella prima metà dell’anno con un aumento significativo dall’inizio del 2022.

Tra i nuovi mercati aggiunti ci sono Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Hong Kong, Irlanda, Spagna e Portogallo. Con il lancio di Polestar 2 in Israele e in Italia, nella seconda parte dell’anno, la Casa aggiungerà un’ulteriore presenza in Medio Oriente e in Europa.

Polestar prevede di essere presente in almeno 30 mercati a livello globale entro la fine del 2023.

Oggi ha quasi 130 punti vendita aperti in tutto il mondo e prevede di arrivare a 160 entro la fine dell’anno. Altri spazi e destinazioni sono previsti (nei mercati esistenti e in quelli nuovi) in città come Londra, Madrid, Tel Aviv, Reykjavík, Vancouver, Austin, Shenzhen, Roma e Milano.

polestar 2 in Italia

Showroom Polestar a Roma e a Milano

Negli showroom è possibile provare le auto per poi acquistare il modello online. Tra le formule è disponibile anche il noleggio, ad esempio con Hertz, e il leasing. Il post vendita, invece, è gestito all’interno della rete Volvo.

«È entusiasmante per tutto il team assistere a questo crescente slancio della nostra attività – afferma Mike Whittington, responsabile delle vendite globali di Polestar -. I nostri ordini sono a livelli record e attualmente rappresentano una produzione annua di oltre 75.000 veicoli.

Questo ci pone in una posizione di forza nel momento in cui il panorama produttivo si sta normalizzando.

Inoltre, con Polestar 3 e Polestar 4 all’orizzonte siamo destinati a svolgere un ruolo di primo piano nel segmento dei Suv premium elettrificati. Con una capacità produttiva per questi due veicoli elettrici che si prevede superiore ai 160.000 veicoli all’anno nel 2025. Avremo così la capacità di scalare rapidamente e di attirare nuovi clienti».