rifornimento auto elettriche Audi

Rifornimento auto elettriche Audi: arriva la ricarica Plug & Charge

Arriva il rifornimento per auto elettriche rapido e intuitivo. Lo annuncia Audi, presso le colonnine ad altissima potenza di Ionity, per i modelli prodotti dal primo dicembre 2021 in poi. Le vetture in questione beneficeranno della funzione Plug & Charge, per un servizio premium veloce, senza alcun tipo di difficoltà nel collegamento all’infrastruttura e con una fatturazione altrettanto immediata e digitale.

Rifornimento auto elettriche Audi: come funziona Plug & Charge

Le auto elettriche Audi che potranno beneficiare della funzione Plug & Charge vengono “riconosciute” immediatamente dall’infrastruttura di ricarica grazie ad una nuova modalità che non prevede per l’autorizzazione del pieno alcuna app o scheda Rfid (radio frequency identification: l’autenticazione avviene automaticamente. Come?

Grazie alla comunicazione crittografata, al momento del collegamento del cavo.

«Un’infrastruttura di ricarica rapida e capillare è cruciale per il successo della mobilità elettrica – dichiara Markus Duesmann, Ceo di Audi AG -. Oggi più che mai non è il solo prodotto a essere determinante, quanto piuttosto l’intero ecosistema. Ionity darà un contributo decisivo alla mobilità elettrica, rendendola nettamente più attraente e fruibile».

I primi modelli che inizieranno ad essere connessi senza l’uso di “intermediari” saranno Audi e-Tron ed e-Tron Sportback nelle configurazioni 55 quattro ed S. Indispensabile un contratto e-Tron Charging Service attivo: gli automobilisti dovranno semplicemente attivare l’opzione PnC mediante l’app myAudi oppure l’Mmi (il nome del sistema multimediale della Casa dei quattro anelli, ndr).

Una semplificazione, dunque, pronta ad aggiungersi già al servizio di ricarica elettrica di Audi. La rete di colonnine pubbliche ne conta oltre 285.000: 19mila in Italia e il resto in 26 Paesi europei, con un unico contratto.

Ad oggi, l’abbonamento è gratuito per i primi 12 mesi.

Altrimenti, il costo sarebbe di 17,51 euro al mese, con le tariffe convenzionate per il network Ionity di 0,31 euro/kWh anziché gli 0,79 euro/kWh standard.

Potrebbe interessarti la recensione di Audi Q4 e-Tron.

Le stazioni Hpc di Ionity – da 350 kWh – sono 20 in Italia

L’investimento di Ionity: non solo colonnine ma “parchi di ricarica”

La joint venture tra il Gruppo Volkswagen, Bmw, Daimler, Ford, Hyundai e i marchi Audi e Porsche, per la creazione di una rete europea di ricarica ultra rapida Hpc adotta energia al 100% rinnovabile e conta su 20 stazioni attive in Italia.

Per l’ampliamento del network Hpc e la realizzazione di oltre 5.000 nuovi punti da 350 kW, Ionity prevede un investimento di circa 700 milioni di euro.

Presente in 24 Paesi europei, l’alleanza arriverà ad un totale di circa 7.000 colonnine con 1000 stazioni, pronte ad offrire da sei a dodici attacchi. Questo format punterà a ridurre i tempi di attesa e a creare dei veri e propri propri “parchi di ricarica” in grado di garantire comfort e svago a chi guida elettrico.