AutoGreenServizi

Smart ed Enel X, ancora insieme con la nuova JuiceBox

Squadra che vince non si cambia: se Smart – ormai solo a zero emissioni – è stata l’auto elettrica più venduta nel 2019, l’azienda non può che rinnovare la partnership con Enel X che ne ha curato l’infrastruttura per gli acquirenti. Lo scorso anno per la clientela di Fortwo e Forfour, infatti, ha fornito le wallbox di ricarica domestica, facilitando l’astioso problema del pieno, laddove la diffusione delle colonnine spesso veniva a mancare: una cooperazione importante, che ha permesso di elettrificare 1200 parcheggi.

«La partnership con Enel è frutto di un rapporto che dura ormai da più di dieci anni, iniziato con il lancio della prima Smart Electric Drive, che prosegue oggi con la prima generazione Smart disponibile esclusivamente con motore elettrico. Una grande sfida che nel 2019, in Italia, ha già conquistato quasi 3.000 nuovi clienti», commenta Maurizio Zaccaria, smart & innovative sales senior manager Italia.

Smart ed Enel X: la nuova JuiceBox per spazi più stretti

Quest’anno le due aziende vedranno l’introduzione della nuova JuiceBox di Enel X: sistema compatto ed equipaggiato di un proprio cavo, per rendere ancora più semplici le operazioni di ricarica per gli acquirenti della Smart elettrica. Come per la precedente generazione, la wallbox arriverà insieme alla vettura, inclusi 3 anni di garanzia e manutenzione.

«Lo sviluppo della mobilità elettrica passa anche attraverso l’impegno e cooperazione di tutti gli attori coinvolti e per questo siamo felici di proseguire in questa direzione con un partner affidabile, che condivide la nostra stessa visione», ha dichiarato ancora il manager.

Juice Box di Enel X: come funziona

I costi per la Juice Box da 3,7 kW e quelli di installazione sono inclusi nel prezzo della vettura, come detto con 3 anni di garanzia e manutenzione. Con un supplemento, è inoltre possibile scegliere la JuiceBox da 7,4 o 22 kWIl nuovo modello ha un ingombro minore del 70% e si adatta anche nei garage più stretti.

«La collaborazione con Mercedes-Benz si rafforza ulteriormente con servizi e soluzioni appositamente studiati per coloro che sceglieranno la nuova Smart EQ Fortwo o Forfour, contribuendo così alla diffusione capillare della mobilità sostenibile. L’obiettivo è quello di rendere il più facile possibile il passaggio all’elettrico facendo leva sull’affidabilità e diffusione delle soluzioni di ricarica di Enel X», afferma Alessio Torelli, responsabile Enel X Italia.

Enel X non abbandona Smart EQ fuori città

Non solo tragitti urbani con la piccola Smart elettrica. Dalla Sicilia all’Austria, gli automobilisti con Enel X possono fare il pieno in tutta tranquillità anche fuori città rifornendosi dalle stazioni multi-standard: la tecnologia delle colonnine Fast installate da Enel X permette infatti di ricaricare contemporaneamente due veicoli elettrici in circa 30 minuti.

Sono 400 i punti di ricarica veloce da 50 kW DC e fino a 43kW AC (2 punti di ricarica per ogni stazione installata), compatibili con tutti i modelli di auto a zero emissioni sul mercato. E diventano una sicurezza in più se si progettano percorsi extra urbani.

Auto Euro Ncap 2019
Precedente

Valutazione auto Euro Ncap 2019: ecco le 8 best in class

mobilità connessa
Successivo

Mobilità connessa, un mercato colossale con la telematica al centro