Volkswagen Transform 2025+

Elettrificazione, Suv e tecnologia digitale: Volkswagen Transform 2025+ alla fase due

Si può dare il via alla seconda fase dell’elettrificazione e della digitalizzazione per Volkswagen. Dal 27 aprile hanno riaperto gli stabilimenti in Germania, Portogallo, Spagna, Russia, Sudafrica, Nord e Sud America, chiusi per il lockdown da Coronavirus, ed è tempo di fare il punto su Transform 2025+. Cioè la strategia che prevede di aprire una nuova era per l’auto, presentata nell’ormai “lontano” 2016. Obiettivo primo? E’ ampiamente noto: portare le emissioni di CO₂ della propria flotta a zero entro il 2050 (decarbonizzazione totale). Riducendole già del 30% entro il 2025.

Secondo l’azienda saranno vendute ogni anno almeno 1,5 milioni di EV. Già nel corso dell’estate sulle strade inizierà a circolare la ID.3, prima auto totalmente elettrica basata sulla nuova piattaforma modulare elettrica Meb. Seguirà il primo Suv a zero emissioni del brand, l’ID.4.

Approfondisci qui su ID.3 presentata al salone di Francoforte nel 2019.

Tiguan, l’asso nella manica SUV

La marca continuerà a sviluppare l’offerta Suv, che rappresenta il 37% delle vendite in Europa. Il 50% in America. Il numero di modelli è cresciuto dai quattro del 2016, ai 14 attuali. Con l’ottimizzazione dell’offerta e il continuo controllo dei costi, VW ha fatto progressi nel ristrutturare le aree regionali e ha raggiunto un nuovo record di 6,3 milioni di consegne.

Con oltre 700.000 unità, è stata la Tiguan, ancora una volta, il modello più commercializzato a livello globale.

In due generazioni è diventato uno dei best seller di maggior successo al mondo, nonché il Suv più venduto in Europa e punto fermo della produzione del marchio e di tutto il gruppo Volkswagen. La casa tedesca passa dalle 120.000 unità del 2007 ad un totale di 911.000 alla fine dello scorso anno, arrivando a 2.495 al giorno. Ciò significa una frequenza sulle catene di montaggio di una vettura ogni 35 secondi cin Germania, Russia, Cina e Messico. Che riflette il rapido tasso di sviluppo di questa linea, offerta nell’80% dei paesi del mondo.

Il motivo del successo?

Tiguan soddisfa la domanda della clientela, ma anche i desideri del grande pubblico. Un esempio concreto è l’arrivo nel 2017 della versione “extra large”, con un passo allungato di 110 mm è riuscito ad essere anche un veicolo a sette posti, non solo esclusivamente per il mercato americano. Nel Sol Levante, infatti, la versione si è diffusa velocemente, anche per merito della motorizzazione ibrida plug in, disponibile da ottobre.

Car.Software è una unità indipendente del gruppo Volkswagen dove sono state riunite tutte le competenze digitali

Volkswagen Transform 2025+: non solo auto, ma azienda di tecnologia digitale con Car.Software

In aggiunta all’elettrificazione, nei prossimi anni Volkswagen concentrerà i suoi sforzi sulla digitalizzazione, agendo principalmente attraverso la divisione Car.Software. Secondo una nota verranno create nuove competenze informatiche e l’azienda diventerà più veloce, più snella e più competitiva in tutte le aree. Dall’inizio del 2020, la business unit crea programmi informatici in cinque aree dell’automotive. Dal sistema operativo di bordo ai nuovi servizi di mobilità, passando per gli ecosistemi digitali.

Ci lavorano 3.000 esperti digitali. Nelle sedi di Berlino, a Bochum, vicino a Ingolstadt, a Stoccarda e a Wolfsburg, Seattle e Pechino. Da qui a 5 anni si prevede l’intervento di altri 10.000 ingegneri.

«Abbiamo eseguito con successo la prima fase della strategia Transform 2025+ – commenta il chief operating officer Ralf Brandstätter -. Nella seconda fase, renderemo la Volkswagen leader della mobilità elettrica, trasformandoci in un’azienda di tecnologia digitale».

Entro il 2023, dunque, saranno eliminate 4.000 posizioni amministrative alla luce dei 2.000 nuovi posti di lavoro nell’ambito digitale.

Approfondisci sul monito di VW per almeno un milione di punti di ricarica in Europa.