Mandarin Oriental riapre a Madrid il leggendario Ritz

Mandarin Oriental riapre a Madrid l’hotel Ritz dopo il più lungo restauro della sua storia di 110 anni. Da sempre indirizzo del lusso della capitale spagnola, l’albergo si trova all’interno del “Triangolo d’oro dell’arte”. Cioè l’area definita dalla presenza dei più importanti musei della città, come il Prado, il Thyssen-Bornemisza e il museo d’arte moderna Reina Sofía. La prestigiosa zona residenziale si trova anche vicino al quartiere finanziario e commerciale di Madrid e al Parco del Retiro. L’inaugurazione è prevista nell’estate.

L’architetto spagnolo Rafael de La-Hoz ha svolto il restauro storico, mentre i designer francesi Gilles & Boissier (vedi qui il loro profilo Instagram) hanno curato gli interni con lo scopo di aumentare il fascino della proprietà celebrando lo spirito pionieristico del leggendario albergatore César Ritz che lo aprì nel 1910.

Mandarin Oriental riapre a Madrid: gli spazi eventi del Ritz

«La sala da ballo e gli spazi per le funzioni, con le loro grandi finestre che si affacciano sul Museo del Prado, saranno magnificamente restaurati per garantire che l’hotel sia ancora una volta il luogo perfetto per matrimoni, cene private e feste aziendali», spiega una nota.

Cinque ristoranti e champagne bar con tapas

Lo chef Quique Dacosta, uno dei più celebri in Spagna, è stato incaricato di sviluppare e supervisionare tutte le attività culinarie nei cinque ristoranti e bar dell’hotel. Suoi il ristorante tre stelle Michelin “Dénia” ad Alicante e il ristorante due stelle Michelin “El Poblet” a Valencia.

«Al Mandarin Oriental Ritz di Madrid, il ristorante firmato da Quique Dacosta, con vista sul famoso giardino dell’hotel, verrà realizzato per essere una vera e propria destinazione», spiegano dalla catena alberghiera.

Per tutto il giorno, il pranzo e il tradizionale tè pomeridiano saranno serviti nella The Palm Court, sotto una spettacolare cupola in vetro facente parte dell’edificio originale e andata perduta per 80 anni, ma che verrà ricostruita.

Gli ospiti potranno anche cenare nel Ritz Garden o al Ritz Bar. Infine, lo champagne bar offrirà una selezione in continua evoluzione di esclusivi vini abbinati a un menu di tapas d’autore.

Il Mandarin Oriental Ritz Madrid ha 153 camere

Stile residenziale classico ma contemporaneo per le 153 camere, di cui 53 suite. Tra esse la spaziosa Royal Suite e la Presidenziale con vista sul Prado. Sono situate nelle torrette all’ultimo piano, ognuna con balcone privato e affaccio sul museo e Piazza Lealtad.

Approfondisci su Madrid, eclettica e MICE

a Londra il nuovo Nhow
Precedente

A Londra apre il nuovo Nhow dall’estetica punk

Google
Successivo

Google svela le 10 destinazioni più ricercate: buono a sapersi per il MICE