MissiOnewsTrasporti

Ryanair: con 9 nuove rotte, sempre più forti su Milano

Stamattina a Milano Ryanair ha presentato alla stampa la sua programmazione per l’inverno 2016, con una forte espansione in termini di rotte e un focus particolare sul capoluogo lombardo: a Orio al Serio, infatti, la low cost numero uno nel nostro Paese proporrà in totale 57 rotte, tra cui 5 nuove per Amburgo (con frequenza giornaliera), Norimberga (giornaliera), Praga (giornaliera), Timisoara (5 frequenze a settimana) e Danzica (3 a settimana).

A queste tratte si aggiungono due nuove rotte invernali (che proseguono dall’estate) per Bristol (tre volte alla settimana) e Santiago (due alla settimana). Saranno inoltre incrementate le frequenze per Madrid (3 al giorno), Varsavia (1 al giorno), Manchester (9 a settimana), Vilnius (5 a settimana), Lanzarote (3 a settimana) e Malaga (3 a settimana). Sullo scalo bergamasco Ryanair sarà presente con 16 aeromobili, contro i 15 precedenti.

A Malpensa, invece, la compagnia porterà da uno a 2 gli aeromobili operativi nello scalo e introdurrà 4 nuove rotte, che si aggiungeranno alle altrettante già attive: Catania (4 frequenze al giorno), Bruxelles (2 al giorno), Sofia (1 al giorno) e Gran Canaria (1 alla settimana). I voli per Bucarest diventeranno inoltre giornalieri.

“Le nuove rotte ci permetteranno di trasportare dal capoluogo lombardo oltre 10,5 milioni di clienti all’anno e sosterranno circa 8000 posti di lavoro” ha dichiarato David O’Brien, Chief Commercial Officer di Ryanair.

Durante l’incontro, O’Brien e John Alborante, Sales & Marketing Manager Italy, Greece & Croatia, hanno manifestato la loro preoccupazione riguardo all’aumento delle tasse aeroportuali (2,50 euro per passeggero in transito, leggi qui la notizia)  introdotto in Italia all’inizio dell’anno. Un provvedimento che, come è noto, ha già suscitato le proteste di Iata (leggi qui l’articolo), secondo la quale il danno potrebbe ammontare a una perdita di ben 2300 posti di lavoro. “Questo provvedimento non avrà ripercussioni sulle nostre tariffe: continueremo a proporre ai nostri passeggeri prezzi bassi, anzi abbiamo programmato una diminuzione tariffaria del 6% nel prossimo trimestre” ha sottolineato O’Brien, che ha aggiunto:”Certo, per quanto riguarda i piccoli scali italiani valuteremo come e dove proseguire con i nostri operativi”.

Il tema delle tasse aeroportuali è stato ripreso a proposito di Airlines for Europe (A4E), l’alleanza tra vettori che vede Ryanair schierata insieme con Lufthansa, Iag, Air France-Klm ed easyJet su alcuni temi fondamentali del trasporto aereo nel vecchio Continente. “Uno dei temi più caldi è proprio quello delle tasse aeroportuali, che in Europa sono aumentate dell’80% negli ultimi anni, mentre le tariffe hanno subito un ben più modesto incremento del 20%” ha detto O’Brien.

Per festeggiare il lancio della sua programmazione invernale 2016 da Milano, Ryanair ha messo in vendita 100 mila posti a tariffe che partono da soli 19,99 euro. I biglietti sono disponibili per la prenotazione entro la mezzanotte di giovedì 4 febbraio.

Precedente

Atahotels chiude 8 hotel in Italia, 5 sono a Milano

Successivo

Petrolio ai minimi. Festeggiano le compagnie aeree