AccomodationMissiOnewsPolitica & Economia

Starwood e Marriott (finalmente) sposi. Gli azionisti han detto sì

Dopo tanti tira e molla (che noi abbiamo seguito passo passo, vedi gli articoli cliccando qui) Marriott ce l’ha fatta nella sua scalata a Starwood, incassando l’ok da parte degli azionisti di entrambe le catene.

Nel corso di una assemblea generale tenutasi tre giorni fa e che ha coinvolto gli azionisti di tutte e due le catene, infatti, l’operazione ha incassato il sì da parte del 95% di chi detiene il capitale di Starwood, è il 97% degli investitori del gruppo acquisito.

Gli azionisti della catena che controlla marchi come Sheraton, Westin o W riceveranno così 0,8 azioni di Marriott e 21 dollari dalla catena che sfoggia brand come  Ritz Carlton, Courtyard o AC Hotels, un’operazione che dovrà avvenire a metà anno e che creerà così la compagnia alberghiera più grande al mondo.

Precedente

Radisson Blu guarda all'Italia. Dove pensa anche a Red

Ryanair
Successivo

Ryanair goes east e apre tre nuove basi