MissiOnewsTrasporti

Trasporto aereo in Francia e Italia: ancora scioperi!

I due paesi dove si “sciopera” di più in Europa, ovvero Francia e Italia, chiudono l’inverno con due agitazioni del comparto aereo. Per la felicità di Airlines4Europe, A4E (leggi qui della petizione contro gli scioperi).

Si parte il 18 marzo, e sino al 20, da parte di due sindacati degli assistenti di volo Air France, l’Snpnc e l’Unsa PNC, rappresentanti circa il 46% del personale navigante del vettore, che hanno annunciato tre giorni di sciopero che certamente spingeranno la compagnia transalpina a cancellazioni e ritardi.

Lunedì 20 marzo, ancora scioperi in Italia: sarà agitazione generale

Il 20 marzo tocca invece ai cieli italiani esser perturbati da uno sciopero nazionale di 24 ore indetto dalla Confederazione CUB. L’agitazione interesserà i lavoratori del comparto aereo, aeroportuale e l’indotto degli aeroporti. Nello stesso giorno anche il personale della Società Enav sciopererà dalle ore 13.00 alle ore 17.00.

Intanto oggi probabilmente si conoscerà la posizione dei sindacati del personale Alitalia sul piano approvato dal Cda e per il quale si attendono le coperture finanziarie degli azionisti, legate però a un previo accordo proprio con le sigle sindacali (leggi qui). Si temono ancora scioperi.

Ricordiamo infine che in mezzo a una ridda di scioperi del trasporto locale nelle prossime settimane praticamente tutte le sigle sindacali dei taxi hanno indetto un fermo nazionale delle auto pubbliche di ben 14 ore, dalle 8 alle 22 del 23 marzo.

 

low cost
Precedente

Enac: in Italia le low cost mettono la freccia sulle major

Alitalai senza pace
Successivo

Piano Alitalia: no dei sindacati, sciopero il 5 aprile