MissiOnewsTech & WebTrasporti

Travelport Live a Venezia non sorvola su NDC, il Gds fa breccia su Singapore Airlines

Travelport Live a Venezia non poteva sorvolare su Ndc, visto che il tema dell’economia dell’esperienza è stato il filo conduttore dell’edizione 2019 della conferenza dell’azienda tecnologica inglese. Quest’ultima è oggi di proprietà privata (non più una public company come negli utlimi 4 anni, ndr), in seguito all’acquisizione da 4,4 miliardi di dollari da parte di Elliott Management Corporation e altri, nel dicembre scorso. La conferenza ha rappresentato l’occasione per annunciare il nuovo cliente Singapore Airlines con un progetto di new distribution capability, riaccendendo l’interesse sulla tecnologia di Iata che cambierà per sempre il modo di distribuire e mostrare i servizi o prodotti di volo alle aziende e alle loro Tmc.

A Venezia è stato annunciato che il programma di Singapore Airlines (Sia) chiamato KrisConnect, creato appositamente due anni fa per migliorare il dialogo tecnologico con i tanti partner del vettore, integrerà i contenuti Ndc di Travelport. “Le nuove funzionalità (di KrisConnect) dovrebbero essere lanciate attraverso i punti vendita abilitati a Ndc di Travelport, a partire da alcuni test con un piccolo gruppo di clienti nei prossimi mesi”, è stato detto.

Le Tmc che si collegano a KrisConnect tramite Travelport avranno accesso a offerte personalizzate e il vettore aereo ha informato che beneficeranno anche di una più ampia gamma di tariffe e di altri contenuti a partire da aprile 2020, quando il progetto sarà completato. Tutto ciò verrà fornito attraverso un’interfaccia intuitiva e integrata nei sistemi Travelport con cui le agenzie hanno già familiarità.

Travelport elabora in diretta le prenotazioni dei contenuti Ndc di Qantas

Ma Sia non è certo la prima compagnia a sviluppare con Travelport un programma su Ndc così mirato. Con United Airlines è stato prolungato l’accordo fino al 2021 proprio per lavorare su questi argomenti, mentre con Qantas l’avanzamento è ad uno step più evoluto. Nell’estate Travelport ha iniziato a gestire le prime prenotazioni con Qantas utilizzando lo standard new distribution capability. Le prenotazioni vengono effettuate tramite Travelport Smartpoint in un ambiente di test di produzione dal vivo, mentre la compagnia aerea australiana prepara la distribuzione di contenuti Ndc differenziati dalla fine di quest’anno.

La connessione Ndc con Qantas è stata la prima di qualsiasi Gds con una compagnia aerea e consente prenotazioni dal vivo di contenuti Ndc da parte di partner di agenzie selezionati, partecipanti al programma di test. Tra essi agenzie come Atpi Corporate Travel, Globetrotter e Travel Beyond.

Nell’ottobre 2018, Travelport è stato il primo Gds a effettuare una prenotazione Ndc in diretta, oggi è collegato al contenuto Ndc di cinque compagnie aeree europee.

Travelport Live a Venezia, NDC risponde all’economia dell’esperienza

Ma perché le compagnie aeree stanno approfondendo con i Gds su Ndc? E’ una delle riflessioni emerse durante Travelport Live a Venezia: “La domanda da parte dei viaggiatori di valore, personalizzazione e soluzioni digitali continua a crescere – spiega la Global Digital Traveler Research 2019 -. La priorità viene data al bagaglio di esperienza che possono trarre dal viaggio, più che al prezzo che pagano”. Sarà proprio grazie a Ndc che verranno soddisfatte queste esigenze.

travelport live a venezia

Lo studio è stato effettuato in 20 Paesi e su 20mila persone ed è stato oggetto dell’intervento della chief customer and marketing officer Fiona Shanley, che Gbta aveva intervistato in questo video.

L’esperienza emerge come priorità dalle nostre indagini sui viaggiatori e quest’anno è stata al centro delle riflessioni che abbiamo portato all’evento al Molino Stucky – spiega a Missionline.it -: sono certa che anche nel business travel queste sono le evidenze di oggi. E’ il modo in cui si scelgono i servizi ad essere diverso e anche il nostro marketing dovrà evolvere per presentarli. Mostreremo l’esperienza in anteprima attraverso la realtà virtuale oppure aumentata, per esempio, inoltre le aziende dovranno fare più ampio uso di app digitali che siano interattive e permettano di ‘ingaggiare’ i dipendenti in trasferta”.

Shanley osserva che il marketing delle grandi società di tecnologia come i Gds, leader nella distribuzione per la loro capillarità e capacità di investimenti colossali, dovrà innovare con un approccio emozionale, in linea con quanto i consumatori si aspettano oggi dai brand.

Interagire e personalizzare sono i concetti chiave, come abbiamo ampiamente sottolineato nella due giorni veneziana: i viaggiatori di tutto il mondo danno sempre più priorità al valore rispetto ai costi, chiedono maggiore autonomia in fatto di personalizzazione e utilizzano soluzioni digitali per la ricerca e la gestione dei propri viaggi, compresi coloro che si muovono per lavoro”, conclude.

air italy 2020
Precedente

Air Italy 2020: più focus sul business travel

voli per gli stati uniti 2020
Successivo

Boston-Roma, il volo di Delta Air Lines al via