MissiOnewsTrasporti

I voli da Milano a Singapore passano da 1 a 3 dal 19 gennaio

I voli da Milano a Singapore passano da uno a tre frequenze alla settimana, dal 19 gennaio. I collegamenti sono operati da Singapore airlines (Sia) da Malpensa con l’A350-900 ogni lunedì, giovedì e sabato mattina. Invece, i voli di ritorno arriveranno ogni mercoledì, venerdì e domenica. Un totale di 1.518 posti e una maggiore capacità di carico per le merci saranno disponibili ogni settimana tra le 2 città.

La configurazione dell’aeromobile prevede 42 posti in classe business, 24 in Premium e 187 in economica.

Dale Woodhouse, country manager di Singapore Airlines per l’Italia, ha dichiarato: «L’Italia è un mercato importante ed è nostra intenzione riportare progressivamente la capacità da e per l’Italia ai livelli pre-Covid-19». La compagnia aerea aumenterà anche la frequenza dei voli verso diverse destinazioni in Europa, inclusa la ripresa dei servizi per Monaco e per Mosca.

Voli da Milano a Singapore e passaporto sanitario

Il vettore ha anche avviato le sperimentazioni sulla verifica digitale dei risultati dei test Covid-19 e delle informazioni sulle vaccinazioni. In pratica, sta testando una soluzione di “passaporto di salute digitale” o sanitario, di cui molto si parla in questi mesi.

Il servizio è inizialmente offerto dal 23 dicembre ai clienti che viaggiano su voli da Jakarta o Kuala Lumpur a Singapore. In caso di successo, potrebbe essere esteso ad altre città nel network di Sia.

Questo nuovo “processo digitale di controllo della salute” è il primo al mondo a basarsi sulla struttura del Travel Pass dell’International air transport association (Iata). Offrirà ai clienti la possibilità di archiviare e presentare in modo sicuro le informazioni relative ai tamponi effettuati, nonché il loro stato di vaccinazione in futuro.

Ai clienti che effettuano i test Covid-19 presso cliniche selezionate a Jakarta e Kuala Lumpur verranno forniti certificati sanitari digitali o cartacei con un codice QR. Il personale addetto al check in in aeroporto e l’autorità per l’immigrazione di Singapore saranno in grado di verificarne l’autenticità tramite un’app mobile sicura. Quindi potranno garantire che i viaggiatori soddisfino i requisiti di ingresso a Singapore.

I clienti senza un certificato digitale possono anche presentare la versione cartacea, per la verifica manuale.

E’ facile intuire come un processo digitale sia congeniale a chi viaggia per lavoro, per i tempi più snelli delle procedure di controllo dell’immigrazione e di check in.

Verifica digitale dei tamponi e dei requisiti di ingresso

L’industria dei viaggi sostiene fermamente che test e vaccinazioni Covid-19 saranno parte integrante del viaggio aereo per il prossimo futuro. E’ innegabile che la collaborazione tra Singapore Airlines e Iata è un grande passo avanti perché ciò si completi.

La soluzione adottata, infatti, rappresenta la prima implementazione al mondo del modulo Timatic Covid-19 nel Travel Pass. Gli addetti ai lavori sanno che Timatic è un registro storico di Iata che aiuta a verificare tutti i requisiti di immigrazione nel mondo ed ha esteso le informazioni alle regole indtrodotte dalla pandemia.

Spiega Nick Careen senior VP airport, passenger, sargo, security di Iata: «Insieme dimostreremo che le persone possono tornare a viaggiare con la certezza di soddisfare tutti i requisiti governativi di ingresso. Abbiamo già in programma di aggiungere funzionalità aggiuntive nel nuovo anno. Ciò contribuirà a garantire che i clienti di Sia saranno tra i primi a beneficiare della riapertura dei confini da parte dei governi che richiedono requisiti di test o di vaccinazione. L’esperienza acquisita attraverso la nostra collaborazione aiuta a prepararsi per l’eventuale implementazione globale del Travel Pass Iata».

Singapore airlines prevede di integrare l’intero processo nell’app mobile Singapore Air a partire dalla metà del 2021, sempre utilizzando il framework di Travel Pass.

Viaggio a Singapore e tampone molecolare Covid19

Premesso che permangono forti limitazioni per entrare nel Paese, vige l’obbligo di tampone molecolare Pcr negativo effettuato entro le 72 ore precedenti la partenza dall’Italia.

Sono esenti i cittadini singaporiani e i residenti permanenti; dal 15 dicembre 2020 i bambini di età inferiore ai 6 anni.

Inoltre, Singapore ritiene validi solo i referti dei test Covid-19 rilasciati da laboratori riconosciuti internazionalmente o dalle autorità competenti nel Paese di rilascio. Il documento deve essere in lingua inglese e riportare alcuni dati come spiega l’ambasciata italiana in questa pagina web.

Approfondisci in questa pagina di Viaggiaresicuri.it le norme, tra le quali la quarantena all’arrivo in strutture designate e a proprie spese.

Leggi di Timatic di Iata in “Viaggiare in aereo, fase 3, le regole”.

Assicurazione Tap
Precedente

L'assicurazione Tap Covid19 copre le spese di ricovero e assistenza

test covid19 per viaggiare
Successivo

Test Covid19 per viaggiare: Stati Uniti e altri Paesi introducono l'obbligo