MissiOnewsTrasporti

Alitalia riprende i voli: ecco tutti i programmi

Alitalia riprende i voli dopo l’emergenza Covid19. Anche se la compagnia aerea è ancora lontana dalla piena operatività, l’aver ricominciato a servire il Paese è una buona notizia. Seppur le operazioni di rimpatrio hanno rappresentato la business continuity. In un contesto piuttosto drammatico. Infatti, Assaeroporti informa che nel trimestre marzo-maggio il sistema aeroportuale nazionale registra una contrazione di 45 milioni di passeggeri, rispetto a un anno fa.

Fra i servizi che più interessano gli italiani ci sono quelli in continuità territoriale dai due aeroporti di Alghero e Olbia, per Roma e per Milano. I collegamenti dagli scali nel Nord della Sardegna si aggiungono ai servizi da e per l’aeroporto di Cagliari, rimasto sempre attivo durante il periodo di lockdown.

Attualmente, la compagnia garantisce i voli su tutte le 6 rotte in continuità territoriale dai 3 aeroporti sardi. Eccole: Cagliari-Roma Fiumicino, Cagliari-Milano, Olbia-Roma Fiumicino, Olbia-Milano, Alghero-Roma Fiumicino, Alghero-Milano. I voli da e per Milano saranno effettuati sull’aeroporto di Malpensa sino alla riapertura di Linate.

Scopri quali aeroporti italiani sono operativi e quali non lo sono

Alitalia in continuità teritoriale con la Sardegna

Alitalia ha condiviso con la Regione Sardegna un operativo specifico che prevede 6 voli al giorno (3 andate e altrettanti ritorni) sulla Cagliari-Roma Fiumicino e 4 voli al giorno (2 andate e 2 ritorni) sulle altre tratte della continuità territoriale. E’ sempre assicurata la partenza dall’isola la mattina presto e il rientro in serata, per garantire i viaggi di andata e ritorno in giornata per i residenti in Sardegna.

La compagnia è comunque pronta a incrementare i voli qualora si manifestasse una ripresa della domanda. Le tariffe? Fino al 14 giugno e dal 16 settembre al 24 ottobre sarà in vigore un’unica tariffa per i residenti e non residenti in Sardegna. Dal 15 giugno al 15 settembre ci saranno 2 diversi schemi tariffari: uno per residenti e l’altro per non residenti nell’isola.

La tariffa unca è stabilita dall’allegato tecnico del Bando 2013-2018, prorogato fino alla fine di quest’anno.

Alitalia riprende i voli con la Spagna, con Bari e con New York

Dalla Sardegna alla Spagna: Alitalia riprende i voli diretti verso la Penisola iberica, dopo il blocco introdotto dalle autorità spagnole l’11 marzo scorso. Sono 6 i voli alla settimana: 3 sulla rotta Roma-Barcellona e 3 sulla Roma-Madrid. Verso la capitale spagnola saranno lunedì, giovedì e sabato. Verso la città catalana: mercoledì, venerdì e domenica.

Leggi della mascherina obbligatoria in volo

Alitalia riprende i voli anche tra Bari e Milano Malpensa, effettuati tutti i giorni. Questi si aggiungono ai quotidiani con Roma Fiumicino, rimasti sempre attivo durante il periodo di lockdown.

C’è anche il lungo raggio tra i “ritorni” di Alitalia. Parliamo del Roma-New York: fino al 14 giugno sarà solo il martedì e il sabato (dagli Usa il mercoledì e la domenica). In seguito, il collegamento sarà effettuato 4 giorni alla settimana. Con l’aggiunta di due servizi dall’Italia il giovedì e la domenica e 2 dagli Stati Uniti il lunedì e il venerdì.

Alitalia vola anche in Sicilia

Dalla fine del lockdown (il 3 giugno), la compagnia aerea ha ripreso i voli da Milano Malpensa per Catania e Palermo, con partenze alle 9 e alle 8.50. Dalla Sicilia, il volo Catania-Milano è previsto tutti i giorni alle ore 12.40, mentre quello diretto Palermo-Milano parte alle 12.30.

Voli sull’Italia: dal 1° luglio la ripartenza “vera”

Aggiornato_1 luglio

Sono 6 le destinazioni internazionali che ripartono tra il 1° e il 2 luglio da Roma Fiumicino. Ricominciano i servizi con Atene (2 voli al giorno), Amsterdam, Tunisi (10 voli alla settimana con ognuno dei due scali), Nizza, Tirana (6 voli alla settimana per ciascun aeroporto), infine Malta (6 voli alla settimana).

Per Boston occorre aspettare il 16 luglio, per sei frequenze settimanali.

I servizi con Tel Aviv sono stati spostati all’inizio di agosto a seguito delle nuove restrizioni emesse dal Governo israeliano che vietano l’ingresso nel Paese ai non residenti fino alla fine di luglio.

Per quanto riguarda le rotte domestiche, sono 5 quelle riattivate. E sono Brindisi, Firenze, Reggio Calabria (2 voli al giorno per ognuno dei tre scali) oltre a Lampedusa e Pantelleria (4 voli alla settimana con ognuno dei due aeroporti, servizi stagionali estivi), dal 4 luglio.

Su tutto il network di collegamenti vengono aumentati i servizi. Complessivamente, a luglio Alitalia collegherà l’hub di Roma Fiumicino con oltre 840 voli settimanali a 35 destinazioni domestiche e internazionali.

I voli internazionali da Milano Malpensa

Dal 1° luglio, da Milano Malpensa vengono riattivate 4 destinazioni all’estero: Amsterdam, Londra, Parigi (2 voli al giorno con ognuno dei tre aeroporti), Bruxelles (12 voli alla settimana).

In Italia, invece, si reintroducono Brindisi, Lamezia Terme (4 voli al giorno con ognuno dei due aeroporti), Napoli e Reggio Calabria (2 voli al giorno per ciascun aeroporto).

Inoltre, dal 4 luglio Alitalia tornerà a volare da Milano a Pantelleria (4 voli alla settimana, servizio stagionale estivo) e dal 5 luglio a Lampedusa (2 voli alla settimana, servizio stagionale).

Diversi gli incrementi sulla rete già operativa in giugno, ad esempio si passa a 6 servizi al giorno sulla Sicilia.

Complessivamente, a luglio Alitalia collegherà Milano a 17 destinazioni domestiche e internazionali.

Autocertificazione e niente trolley a bordo

Tutti i collegamenti Alitalia vengono effettuati con capienza degli aerei contingentata. Come noto è obbligatorio indossare la mascherina per tutta la durata del volo e cambiarla ogni 4 ore.

Dal 26 giugno, facendo seguito alla disposizione Enac, non è consentito l’utilizzo delle cappelliere per lo stivaggio dei bagagli a mano sui voli operanti in Italia.

Sarà permesso portare a bordo solo bagagli di piccole dimensioni posizionabili sotto il sedile. Ad esempio, borse da donna, zaini e porta computer. Le dimensioni non devono eccedere di 36 x 45 x 20 centimetri. Il drop off per l’imbarco in stiva è gratuito.

E’ necessaria un’autocertificazione per ogni passeggero e per ogni tratta di volo. Essa attesta di non aver avuto contatti con persone affette da patologia Covid-19. Ci sono tre form, quello per chi decolla dall’Italia e un altro per entra in Italia da diversi Paesi. Chi proviene da UE/Schengen deve compilare questo modello. Invece chi arriva da extra UE/Schengen deve fornire anche questo. Anche se è in transito in uno Stato Schengen/EU.

Alitalia riprende i voli

Un Airbus A320 Alitalia

voli diretti sull'Italia
Precedente

Voli diretti sull’Italia: dal 1° luglio scatta la ri-partenza vera

smart working in hotel
Successivo

Smart working in hotel, nuovi trend dell'hospitality