MissiOnewsTrasporti

Vueling implementa Google assistant ed espande le alleanze

Il check in Vueling si fa con Google assistant, in inglese e in spagnolo.

La compagnia aerea è la prima in Europa ad introdurre l’assistente virtuale del primo motore di ricerca al mondo per aiutare i clienti nelle operazioni online. Imbarco prioritario, pagamenti, boarding pass: queste alcune delle funzioni in cui Google assistant entra in gioco.

“Ok Google ho bisogno delle mie carte d’imbarco” è l’ordine da pronunciare perché si attivi automaticamente. Naturalmente occorre avere un account Gmail.

Non è la prima volta che Vueling collabora con Google. Un anno fa era stata introdotta l’opzione di salvare le carte d’imbarco su Google Pay. Oggi il sistema di pagamento entra in funzione attraverso l’assistente virtuale e procede anche alla transazione.

Check in Vueling con Google assistant, proceso di digitalizzazione

“Questo nuovo servizio viene lanciato nell’anno del 15° anniversario della compagnia aerea – spiega il vettore spagnolo del Gruppo Iag -. Quindici anni in cui l’obiettivo è sempre stato quello di rendere democratico il trasporto aereo e avvicinarlo il più possibile alle persone. E ancora, renderlo più accessibile e con un’immagine fresca, familiare e innovativa”.

Approfondisci qui con i programmi per il business travel.

Nuove alleanze, più connessioni aeree

A inizio agosto Vueling ha comunicato le nuove partnership che ampliano le possibilità di connessioni aeree per i business traveller. Etihad Airways, Singapore Airlines, Air China e Hainan Airlines sono le aerolinee entrate negli accordi.

Attraverso di essi viene la conferma di volersi rafforzare su aeroporti cruciali per i viaggi d’affari. Tra essi Barcellona, hub della compagnia, e Roma Fiumicino, secondo hub della linea aerea a livello internazionale e scalo chiave in Italia. Oltre a Londra Gatwick e Heathrow, Madrid e Parigi-Orly.

Grazie ai nuovi accordi, il vettore diventa la via di accesso europea per le compagnie aeree con basi principali in Xi’an e Chongqing (Hainan Airlines), Singapore (Singapore Airlines), Pechino (Air China) e Abu Dhabi (Etihad).

Un effetto immediato delle partnership sta nel raddoppio della presenza a Roma Fiumicino. Ora il 30% di tutti i voli a lungo raggio operati su questo scalo sono serviti da compagnie che hanno un accordo di connessione con Vueling.

La compagnia aveva già in essere alleanze con British Airways, Iberia, American Airlines, Royal Jordanian, Cathay Pacific, Latam Airlines e Qatar Airways.

Vedi qui il video di compleanno di Vueling.

proteste a hong kong
Precedente

Gli effetti sul business travel delle proteste a Hong Kong

washington dulles
Successivo

La lounge a Washington Dulles e tutti gli chef stellati di Air France