green pass turchia

PLF, Green Pass e Turchia: come viaggiare dall’Italia a Istanbul. E ritorno

Il Governo di Istanbul ha disposto nuove misure per l’ingresso in Turchia aggiornate per il mese di maggio 2022.

Grazie al miglioramento della situazione pandemica, è decaduto il tampone, non si applicano più le misure di quarantena e Plf e, in più, la novità a partire da giugno 2022 è che non è più necessario il Green Pass per l’ingresso nel Paese.

Inizialmente, l’obbligo di quarantena era stato revocato sia per i viaggiatori vaccinati che per i non vaccinati. La differenza riguardava l’obbligo di tampone: infatti, i viaggiatori vaccinati avevano libero accesso e non erano obbligati a presentare il risultato negativo di un tampone molecolare o rapido. Invece, i viaggiatori non vaccinati dovevano sottoporsi a un test diagnostico per Covid-19.

Queste regole sono cambiate dal 1° giugno 2022, quando sono state revocate tutte le regole d’accesso. Non ci saranno più obbligghi sanitari per entrare in  Turchia.

Rimane sempre la regola che i passeggeri in transito osservano le regole previste dal Paese di destinazione finale.

L’Ambasciata d’Italia ad Ankara riepiloga tutte le norme.

Per aggiornamenti sui viaggi in Turchia ➤ Iscriviti alla Newsletter MissionOnline

PLF Turchia 2022 e Green Pass

Non serve più un Green Pass per entrare in Turchia e non occorre più compilare un Passenger Locator Form locale, il Travel Entry Form.

Infatti, come viene esplicitato sul sito dell’Ambasciata Italiana ad Ankara, a partire dal mese di giugno non ci saranno limitazioni agli ingressi in territorio turco.

Questo indipendentemente dallo stato dei viaggiatori. L’accesso è infatti garantito a tutti i viaggiatori: vaccinati, non vaccinati, guariti, testati tramite tampone o meno.

Rientro in Italia da Istanbul: PLF e Green Pass

Dal 1° giugno 2022, per il rientro in Italia dai Paesi extraeuropei, qual è la Turchia, non occorre più alcuna certificazione. Né Green Pass, né Passenger Locator Form.

Infatti, grazie al miglioramento della situazione pandemica, il Governo ha revocato le regole contenute nel decreto del 28 aprile 2022. Fino a tale data, infatti, viaggiatori dovevano infatti esibire una Certificazione Verde. Questa attestava la completa vaccinazione, la guarigione o il risultato negativo di un tampone Pcr o rapido.

Per recarsi all’estero basterà indossare i dispositivi di sicurezza FFP2 che verranno controllati dal personale nel momento dell’imbarco.