green pass turchia

PLF, Green Pass e Turchia: come viaggiare dall’Italia a Istanbul. E ritorno




Il Governo di Istanbul ha disposto le misure per l’ingresso in Turchia, valide fino al 15 dicembre 2021, differenziate tra possessori di Green pass o meno.

Per i viaggiatori che abbiano soggiornato in Afghanistan, Bangladesh, Brasile, Egitto, India, Iran, Nepal, Pakistan, Regno Unito,  Singapore,  Sri Lanka e  Sud Africa nei 14 giorni precedenti all’ingresso nel Paese, vigono differenti disposizioni, reperibili al sito dell’Ambasciata d’Italia ad Ankara.

Secondo quanto previsto dalle autorità turche, le misure sotto riportate non sono valide per: personale aereo e navale, equipaggi delle navi e autisti dei Tir.

Questi ultimi sono esenti dal test Pcr e dalla quarantena.

Riportiamo di seguito la documentazione necessaria per l’ingresso in Turchia e il ritorno in Italia.

Come andare negli Emirati? Viaggio a Dubai: i requisiti di entrata e uscita e le regole Covid-19.

Serve il Green Pass per entrare in Turchia

I viaggiatori di età superiore a 12 anni non dovranno presentare l’esito negativo di un tampone molecolare sottoporsi a quarantena all’arrivo, solo in caso di presentazione di Green Pass o documentazione di vaccino, completo e da almeno 14 giorni dall’ultima dose, oppure guarigione (guariti al massimo da 6 mesi).

Questo non si applica ai Paesi sopracitati, che seguiranno delle diverse disposizioni a seconda dello Stato di partenza.

In caso contrario, i passeggeri dovranno presentare il risultato negativo di un test Pcr effettuato le 72 ore precedenti all’arrivo o un test antigenico rapido entro le 48 ore.

È comunque sempre possibile che gli addetti alle dogane sottopongano i viaggiatori a controlli a campione nei punti di arrivo tramite tampone molecolare. In caso di test positivo, dovranno attenersi a una quarantena di 14 giorni presso l’indirizzo indicato nel Travel entry form.

I passeggeri in transito in Turchia, invece, devono osservare le regole previste dal Paese di destinazione finale.

Ti potrebbe interessare: Gli Stati uniti riaprono le frontiere ai vaccinati dall’8 novembre.

PLF Turchia 2021

Per l’ingresso in Turchia tutti i passeggeri hanno l’obbligo di compilare il Travel entry form entro le 72 ore dalla partenza. Si tratta del modulo di localizzazione in cui sono richiesti:

  • Dati del passaporto
  • Contatti
  • Informazioni sul viaggio, compresa la compagnia aerea e la durata del soggiorno in Turchia

Verrà in seguito generato automaticamente un codice HES personale di 10 caratteri, necessario per accedere a determinati servizi sul territorio, come entrare nei centri commerciali o usufruire dei trasporti.

Tutte le informazioni su come reperire il codice HES a questo link.

Rientro in Italia da Istanbul

Dall’Italia non è ammesso viaggiare per turismo verso la Turchia, fino al 15 dicembre 2021. Sono consentiti i cosiddetti “viaggi essenziali”. Come stabilisce l’Ordinanza del 22 ottobre di cui vi abbiamo scritto qui.

I viaggi consentiti devono avere queste motivazioni:

  • Esigenze lavorative
  • Assoluta urgenza
  • Esigenze di salute
  • Esigenze di studio
  • Rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza

Al rientro in Italia, i viaggiatori devono sottoporsi ad un test molecolare o antigenico nelle 72 ore prima della partenza.

Una volta arrivati, osserveranno un periodo di quarantena domiciliare di 10 giorni, al termine dei quali effettueranno un ulteriore tampone Pcr o rapido per valutare la propria negatività.

Sottolineiamo che la quarantena di 10 giorni e il conseguente tampone sono obbligatori anche per i viaggiatori muniti di Green Pass.

L’unica deroga si applica nel caso in cui il viaggio abbia avuto una durata entro le 120 ore.

Ricordiamo poi che per il ritorno in Italia è sempre obbligatoria la compilazione del Passenger locator form.