milano mobilità

Milano: la sfida della mobilità urbana verso un futuro sostenibile

Una ricerca condotta da Hitachi Rail rivela la sfida della mobilità urbana a Milano: nonostante la preferenza per l'auto, la richiesta di mezzi più efficienti e sostenibili è in netto aumento.

Nel cuore di Milano, una delle città italiane con uno dei sistemi di trasporto urbano più avanzati, emerge una realtà sorprendente in tema di mobilità: nonostante l’attenzione crescente all’inquinamento atmosferico e alla necessità di ridurre le emissioni, la maggioranza dei residenti preferisce ancora l’utilizzo dell’auto per i propri spostamenti. Tuttavia, dietro a questi dati si nasconde un desiderio profondo di cambiamento. Secondo un’indagine condotta da Hitachi Rail sulle abitudini di trasporto, emerge una netta richiesta di mezzi più efficienti e interconnessi.

“La ricerca ha evidenziato che il 63% degli intervistati utilizza ancora l’auto per recarsi al lavoro, un dato leggermente superiore alla media globale. Tuttavia, l’84% dei milanesi sarebbe incline a utilizzare maggiormente i mezzi pubblici se fossero meno affollati, mentre l’85% li preferirebbe se fossero più interconnessi”, afferma Luca D’Aquila, Coo Hitachi Rail Group e CEO Hitachi Rail Italy.

Questi dati mettono in luce la percezione dei cittadini riguardo ai mezzi pubblici come una potenziale soluzione, ma al contempo rivelano le sfide attuali, come la frequenza del servizio e la sicurezza. “La sicurezza e la frequenza del servizio sono considerate i principali deterrenti all’utilizzo dei mezzi pubblici”, afferma D’Aquila.

Traffico Milano, i cittadini chiedono più investimenti

L’analisi è stata condotta su circa 12.000 persone distribuite in 12 città internazionali, tra cui Milano, Berlino, Parigi e San Francisco. “I dati raccolti evidenziano una tendenza comune: c’è una crescente domanda di un trasporto pubblico più efficiente e sostenibile”, sottolinea D’Aquila.

Nonostante le sfide, c’è un forte sostegno per maggiori investimenti nel trasporto urbano. “L’86% dei cittadini intervistati si è dichiarato favorevole a maggiori investimenti nel trasporto urbano, e sorprendentemente il 50% sarebbe addirittura disposto a pagare di più per un servizio migliore, più efficiente e sicuro”, rivela D’Aquila.

Oltre al trasporto urbano, la ricerca ha esaminato le preferenze nel trasporto aereo e ferroviario. “Il 69% dei milanesi si è mostrato favorevole all’abolizione dei voli a corto raggio, mentre il 42% preferisce il treno ad alta velocità rispetto all’aereo” spiega D’Aquila.

“C’è una chiara spinta verso un maggior uso dei mezzi pubblici e una crescente consapevolezza dell’importanza di ridurre le emissioni di CO2 attraverso scelte di trasporto più sostenibili”, afferma Ferruccio Resta, Presidente del Centro Nazionale per la Mobilità Sostenibile. “Il trasporto urbano costituisce un’importante leva per contrastare le emissioni di CO2” conclude D’Aquila.

La ricerca offre una prospettiva chiara sulle preferenze e le sfide nel campo della mobilità urbana a Milano. Nonostante la prevalenza dell’auto, esiste una forte volontà di transizione verso un sistema di trasporto più efficiente e sostenibile. Con un sostegno significativo per gli investimenti e una maggiore consapevolezza ambientale, Milano potrebbe intraprendere un percorso verso un futuro di mobilità più sostenibile e accessibile per tutti i cittadini.

 

—> In tema di mobilità su auto a Milano, potrebbe interessarti leggere le novità 2024 di Area C.

Advertisement

Lascia un commento

*