AutoServizi

Mosquito di Alemasat è il brand contro i furti d’auto

  

Si chiama Mosquito il brand di Alemasat contro i furti d’auto: il suo approccio innovativo consiste nella protezione e nell’interazione con il veicolo per evitarne la sottrazione, un malcostume ancora troppo diffuso in Italia. Secondo le prime anticipazioni della Polizia Stradale, nell’anno 2020 sono stati commessi 6.205 furti al mese, 208 al giorno, circa nove all’ora. Un’escalation frenata dalla pandemia, ma che non accenna a placarsi.

Sono 4 i prodotti con differenti funzionalità. A cominciare dal primo “Mosquito” che si distingue da altri dispositivi di sicurezza per un sistema di protezione digitale che blocca il motore senza interrompere i cavi dell’impianto originale del mezzo.

Mosquito: l’antifurto piccolo e pratico

Piccolo e pratico, il congegno è facilmente nascondibile all’interno dell’abitacolo e si installa in un punto qualsiasi della rete Can. «Si evitano così le installazioni standard e si aumenta il grado di protezione», spiega l’azienda.

Ogni volta che il quadro si spegne e si apre la portiera lato guidatore, Mosquito si attiva. Invece, lo sblocco avviene per il riconoscimento del Bluetooth del Transponder in dotazione o dello smartphone tramite l’app digitale dedicata.

«Il dispositivo risulta impossibile da bypassare e garantisce protezione dai tentativi di furto come: un attacco hacking Obd, la sostituzione della centralina motore e la clonazione della chiave originale».

Mosquito il brand di Alemasat: le versioni Light e Service

La versione “Light” ha dimensioni ancora più ridotte, ma è privo di Transponder bluetooth e quindi lo sblocco avviene solo manualmente. In più, tutti i sistemi Mosquito sono compatibili con qualsiasi antifurto sonoro e satellitare. Possono essere installati successivamente e abbinati ad un antifurto già presente.

Le funzionalità per la gestione flotte di Alemasat

Mentre Mosquito e Mosquito Light si occupano della sicurezza del veicolo, Mosquito Service è la nuova concezione di modulo Can bus. Cosa fa?

Spiega Alemasat: «Oltre a sostituire le funzioni del tradizionale modulo Can bus, aggiunge optional a tutte quelle auto che ne sono sprovviste di “apri e chiudi” dallo smartphone, salita vetri e accensione delle frecce».

Infine, l’azienda di Milano realizza Mosquito plus, connubio tra la soluzione “portabile” Mosquito e un satellitare Alemasat. In questo caso la gestione è complessa e va dalla personalizzazione degli allarmi alla funzione di attivazione del blocco motore anche da remoto. Per non dimenticare tutte le funzionalità tipiche della gestione di una flotta.

Tutti i dispositivi possono essere installati nelle auto, moto, piccoli furgoni, auto ibride e totalmente elettriche.

Program autonoleggio la telematica
Precedente

Per Program Autonoleggio, la telematica e la flessibilità sono le keywords

MissionFleet Awards 2020
Successivo

MissionFleet Awards 2020 alle Officine del Volo a Milano, il 7 giugno*