Restyling del Toyota C-HR con il motore da 184 cavalli

Il nuovo Toyota C-HR monta un motore full hybrid electric e mantiene intatto il design, rinnovando il sistema multimediale. Ecco le principali novità del crossover della casa giapponese che recentemente ha annunciato di montare i sistemi Lojack su tutta la flotta in modalità opzionale.

“Il modello resta fedele all’impostazione originale e alle linee da coupé che creano il suo stile audace”, spiega una nota. Ecco che l’anteriore e il posteriore hanno subìto un leggero restyling, mentre l’adozione di una modanatura inferiore nella stessa tinta della carrozzeria “rafforza il dinamismo della vista anteriore e le conferisce maggiore imponenza e presenza su strada”.

I gruppi ottici anteriori e posteriori sono a Led, con luci di marcia diurna e indicatori di direzione integrati. Al posteriore, i fari sono collegati tra loro dall’inedito spoiler ‘Glossy Black’.

Nuovo Toyota C-HR da 184 cavalli

Gli affinamenti apportati all’esistente motore da 1.8L ampliano dunque la scelta tra due differenti opzioni ibride. Il nuovo Toyota C-HR debutta con il sistema Hybrid Dynamic Force 2.0L da 184 cavalli accanto all’esistente 1.8L da 122 cavalli. Le emissioni di CO2 partono da 86 g/km per il powertrain 1.8L e 92 g/km per la versione 2.0L, secondo i dati Nedc correlato nel ciclo combinato.

Il nuovo Toyota CH-R ha riprogettato le sospensioni per una guida ancora più confortevole, mentre alcuni accorgimenti hanno ridotto ancora i livelli di rumore e le vibrazioni.

Equipaggiato con Apple Carplay e Android Auto, l’auto si connette agli smartphone, supportando gli aggiornamenti continui delle applicazioni digitali e delle mappe di navigazione.

Nuovo Toyota CH-R non viene solo: ecco Yaris in anteprima mondiale ad Amsterdam

La casa giapponese vive una fase di continui lanci di prodotto: ad Amsterdam è stata appena presentata la nuova Yaris, che arriverà in Italia nel giugno 2020. La city car giunge alla quarta generazione e introduce il motore Hybrid Dynamic Force 1.5L.

Più sicurezza di serie

Sarà la prima vettura compatta con un airbag centrale, progettato per proteggere al meglio gli occupanti in caso di impatto laterale. Di serie ci saranno il cruise control adattivo full range con Stop&Go e il mantenimento attivo della corsia.

Dal 1999 ad oggi, Yaris è stata venduta in circa un milione di unità.

La capitale olandese è stata scelta come sede dell’evento di presentazione perché l’Europa avrà un ruolo da protagonista nelle vendite del modello. L’Italia sarà uno dei mercati di riferimento.

Il sistema ibrido di quarta generazione è stato testato a Roma, Parigi e Darmstadt ed i risultati mostrano come in un contesto urbano, oltre l’80% del tempo di percorrenza avvenga a emissioni zero.

Dal 2012, Yaris ha introdotto la tecnologia Full Hybrid Electric “contribuendo alla democratizzazione dell’ibrido sul nostro mercato” e conquistando oltre 100mila clienti. In Italia è la vettura ibrida più venduta, occupando un quarto delle vendite del mercato ibrido-elettrificato.

Scopri qui la differenza tra full hybrid e mild hybrid spiegata da Toyota.

 

Auto elettriche Flotte
Precedente

Flotte auto elettriche? Alle aziende piace l'ibrido (e il Diesel)

Euro NCAP 2019
Successivo

Euro NCAP 2019, Bmw a 5 stelle vince in sicurezza