Auto

Alla quarta generazione, Skoda Fabia è più sicura e consuma meno

  

Il gruppo Volkswagen ha presentato la quarta generazione della Skoda Fabia, la vettura compatta ceca presente sul mercato dal 1999 e l’unica utilitaria del gruppo tedesco declinata anche in station wagon. Basata sulla piattaforma modulare Mqb-A, rispetto al passato ha un miglior comfort e numerosi sistemi di sicurezza e assistenza di serie.

Difficile riassumere in poche righe le novità. La notizia fondamentale è che la piattaforma sulla quale viene costruita ha avuto come primo risultato quello di ampliare lo spazio interno.  Con 4.108 mm, è più lunga di 111 mm rispetto al passato e più larga di 48, con ha un bagagliaio di 50 litri in più. Oltre a una nuova aerodinamica e alle luci a Led, spicca poi un’autonomia di oltre 900 km.

Come in tutte le auto di ultima uscita, la tecnologia sale a bordo della quarta generazione della Skoda Fabia. Lo si vede dal display centrale libero e dalla strumentazione digitale.

Inoltre, sono cinque i motori a benzina disponibili, con i propulsori Evo del Gruppo Volkswagen e potenze da 65 a 150 CV.

Nel 2019 Skoda ha venduto 1,24 milioni di auto nel mondo

Quarta generazione della Skoda Fabia: giù i consumi

Oliver Stefani, responsabile del design di Skoda, ha sottolineato che nei cambiamenti e nel restyling si è guardato alla funzionalità e alla praticità. Con un occhio al design e al coefficiente di resistenza aerodinamica che è sceso a 0,28 CX rispetto al 0,32 di prima.

Un’importante caratteristica aerodinamica è il nuovo tipo di serranda di raffreddamento nella presa d’aria inferiore del paraurti anteriore. Le lamelle a regolazione attiva si chiudono automaticamente quando c’è poca necessità di raffreddamento, migliorando l’aerodinamica. Ciò si traduce in un risparmio di carburante fino a 0,2 litri per 100 km quando si viaggia a una velocità costante di 120 km/h.

In altri termini: per ogni chilometro percorso a serrande chiuse, la nuova Skoda Fabia emette fino a 5 grammi di CO2 in meno.

Ritornando alla tecnologia, sulla quarta generazione della Skoda Fabia sono salite a bordo certe “chicche” e strumentazioni molto utili. Nel primo caso, parabrezza e volante riscaldati. Nel secondo, una plancia con display di infotainment indipendente da 9,2’’.

Nuova Skoda Fabia sarà inizialmente proposta con due livelli di allestimento.

Oltre a una strumentazione digitale da 10,25’’, connettività wireless con una eSim integrata. In questo modo è possibile ricevere la radio via Internet o accedere ai servizi mobile online Skoda Connect. Ma non solo: gli smartphone possono essere collegati all’auto tramite Wireless smartlink e caricati induttivamente nel Phone box.

Le funzionalità dell’infotainment? Oltre a dare previsioni del tempo e notizie, consentono l’accesso a servizi mobili online come l’obbligatoria eCall, che chiama automaticamente l’assistenza di emergenza in caso di incidente, oppure la chiamata di soccorso stradale.

Novità anche in tema di sicurezza e di motori

In tema di sicurezza, la quarta generazione della Skoda Fabia ha nuovi Adas come il Travel e il Park assistant, che fanno il loro debutto su Fabia. Gli ingegneri hanno dotato l’auto di 9 airbag: per il conducente, per il passeggero anteriore e per chi siede sui sedili posteriori. Se gli airbag a tendina e i laterali anteriori sono di serie, quelli per le ginocchia per il conducente e i laterali posteriori sono opzionali.

Per quanto riguarda i motori, la compatta del gruppo VW li monta conformi alla norma sulle emissioni Euro 6d. Quattro dei cinque motori, in combinazione con il serbatoio opzionale da 50 litri, possono percorrere più di 900 km nel ciclo Wltp.

Chiaro il commento di Johannes Neft, membro del board Skoda per lo sviluppo tecnico. «Tutti i motori utilizzati su nuova Fabia provengono dalla generazione Evo. Sono ancora più efficienti dei loro predecessori. Siamo riusciti a renderli più potenti di 4 kW, riducendo al contempo il consumo di carburante e le emissioni».

Cinque i motori in listino

Ci sono il 1.5 Tsi da 150 CV e cambio a 7 velocità (al momento non disponibile in Italia) e il 95 CV con cambio manuale a 5 marce. Per il 1.0 Tsi da 110 CV è possibile scegliere tra cambio manuale a 6 o a 7 rapporti.

Si aggiungono due nuovi motori Mpi a 3 cilindri, sviluppati da Skoda, a iniezione multipla. Hanno una cilindrata di un litro e generano 65 CV oppure 80 CV. Ossia 5 cavalli in più rispetto alla generazione precedente.

Tutti montano un filtro antiparticolato. Nonostante la crescita di dimensioni, la nuova gamma promette una efficienza nei consumi ed una riduzione delle emissioni fino al 10% migliore rispetto alla generazione precedente.

Visita il sito Skoda-auto.it

Quarta generazione della Skoda Fabia

Nissan Micra Gpl
Precedente

Nissan Micra Gpl: 1.000 km di autonomia da 11.900 euro

sifà arma la flotta green di poste italiane
Successivo

Sifà arma la flotta green di Poste Italiane con 1.200 mezzi elettrici