Terza generazione della Tiguan

La terza generazione della Tiguan arriva sul mercato a inizio 2024

Il nuovo Suv della casa tedesca arriva in varsione ibrida plug in con 100 km di autonomia elettrica, mild hybrid e con motore termico benzina e Diesel

La terza generazione della Tiguan sta per arrivare nel mercato italiano con nuove tecnologie e nuovo design. Volkswagen torna con un Suv che soltanto negli ultimi 2 anni ha visto una produzione di 1,2 milioni di esemplari. Considerando il periodo dal 2007 (nno del suo debutto) a oggi ha avuto 7,5 milioni gli acquirenti.

Per poterla guidare, però, bisogna aspettare il primo trimestre 2024.

In breve: la soluzione plug in hybrid proposta dalla casa di Wolsfsburg prevede un’autonomia elettrica di circa 100 km e la possibilità di ricarica rapida a corrente continua DC.

Da notare poi che i nuovi propulsori mild hybrid con sistema a 48 V permettono una marcia per inerzia senza motore a combustione, evitando pertanto consumi ed emissioni.

La terza novità riguarda il comfort di viaggio, visto che i nuovi sedili ergoActive Plus hanno la funzione di massaggio pneumatico.

Quarto: gli ingegneri hanno dodato l’auto di un cockpit intuitivo con strumenti digitali, display dell’infotainment ed display head-up.

(Leggi di più sulla nuova Tiguan)

La terza generazione della Tiguan da una nuova piattaforma

La terza generazione della Tiguan si basa sulla nuova piattaforma modulare trasversale MQB evo. Una piattaforma che hi tech che migliora l’auto praticamente sotto ogni aspetto.

Con circa 100 km di autonomia in modalità completamente elettrica, i nuovi sistemi di propulsione ibrida plug-in rendono questo Suv efficiente come non mai.

Tra le novità anche il nuovo telaio adattivo DCC Pro che unisce (e migliora) il comfort e la dinamica e l’ultima generazione del sistema Park Assist. Quest’ultimo automatizza le manovre di entrata e di uscita dal parcheggio.

La zona del cockpit digitale è si basa sul nuovo MIB4, un sistema modulare di infotainment di quarta generazione. Questo sistema permette di avere a bordo qualsiasi servizio digitale e app a bordo.

Terza generazione della Tiguan

Design nuovo e migliore Cx

Partendo dal Dna della prima Tiguan, gli ingegneri VW hanno sviluppato un design completamente nuovo. L’elemento distintivo è il frontale più alto e “possente” con fari a Led dalla forma piatta.

Il frontale dal design essenziale migliora il valore Cx, abbassandolo da 0,33 a 0,28 mentre la linea di coda della Tiguan è accentuata da una nuova barra trasversale a Led.

Nuovi anche gli interni, con materiali più di qualità che percerti versi fanno sì che la Tiguan sia una sorta di “gemella più compatta” della Touareg.

Il nuovo assistente vocale IDA consente di comandare numerose funzioni del veicolo e del sistema infotainment, come il volume audio, semplicemente tramite un comando vocale basato sul linguaggio naturale.

Tra le novità anche i nuovi sedili ergoActive Plus con regolazione pneumatica della zona lombare a 4 vie e funzione di massaggio dei punti di pressione a 10 camere. Inoltre, in base alla temperatura esterna, è possibile programmare quando attivare automaticamente il riscaldamento o la ventilazione dei sedili.

I motori della terza generazione della Tiguan

Terza generazione della Tiguan

Parlando della terza generazione della Tiguan, non si può dimenticare i motori. Volkswagen ha riprogettato i sistemi di propulsione ibrida plug-in, che si basano su una nuova batteria che (come detto) permette di viaggiare in modalità elettrica per un centinaio di chilometri.

In questo modo, l’auto entra ufficialmente nella categoria dei veicoli elettrici adatti all’uso quotidiano. Il connubio fra il motore elettrico e il nuovo turbo benzina (1,5 TSI evo2) consente autonomie totali di circa 1.000 km.

In vendita anche la versione con due nuovi motori mild hybrid da 48 V da 130 e da 150 CV. Tutti e quattro i modelli ibridi dispongono della trazione anteriore.

Ci sono poi le versioni top di gamma a trazione integrale: 2 litri TSI e 2 litri TDI. Sono motori turbo benzina (non disponibili in Italia) e due motori turbodiesel tutti a quattro cilindri da 2 litri. I primi hanno 204 e 265 CV, mentre i secondi 150 e 193.

Tutti sono Euro 6e.

Le dimensioni aumentate

Anche le dimensioni hanno la loro importanza. La nuova Tiguan è 30 mm più lunga (4.539 mm) e solo leggermente più alta (di 4 mm senza mancorrenti sul tetto) rispetto alla versione precedente (1.639 mm).

La larghezza (1.842 mm) e il passo (2.680 mm) sono invece rimasti invariati. La capacità di carico delle versioni con motore eTSI, TSI e TDI è aumentata di ben 37 litri, passando così a 652 litri complessivi.

Lo spazio per la testa è aumentato ulteriormente di 9 mm nella parte anteriore e di 10 mm in quella posteriore dell’abitacolo.

(Scopri la Tiguan su Volkswagen.it)

Advertisement

Lascia un commento

*