Annamaria Ruffini di Events in&out tra i 100 personaggi più influenti dell’event industry mondiale

  

Per il quarto anno consecutivo Annamaria Ruffini è ai vertici della hall of fame dell’industria degli eventi mondiale.

La fondatrice e presidente dell’agenzia di eventi romana Events In & Out è, infatti, l’unica italiana nell’elenco delle 100 persone più influenti del settore.

A decretarlo è Eventex, organismo che ogni anno eroga i premi del Mice internazionale. L’elenco di Eventex riconosce le figure che hanno lasciato un segno nel mondo degli eventi per creatività, visione e capacità di innovazione.

I 100 top influencer di quest’anno quest’anno sono professionisti di 27 Paesi selezionati sulla base di oltre 20.000 voti pubblici.

L’elenco dei 100 big si trova qui con tanto di contatto Linkedin per ognuno.

Annamaria Ruffini: tutti i riconoscimenti

Ruffini non è nuova a questi riconoscimenti.

Nel 2011, la Society for incentive travel txcellence-Site le conferì il Master Motivator Award e nel 2018 fu inclusa nell’elenco delle 25 personalità più influenti nell’incentive industry da parte della piattaforma britannica Northstar.

Anche la sua agenzia è stata più volte premiata. Ha ricevuto l’Italia For Events Award nel 2008 come miglior agenzia di italiana. Inoltre, per 2 anni consecutivi (2010 e 2011) ha ottenuto il premio Turismo Responsabile Italiano. Il 2015 è stata la volta del Global Award del World Travel Market, principale evento dell’industria del turismo che si tiene ogni anno a Londra.

Approfondisci sull’edizione 2020 dei 100 personaggi più influenti del Mice secondo Eventex

Events In & Out diventa maggiorenne

Giusto un mese fa Events In & Out ha festeggiato i 18 anni. E, chiaramente, ha celebrato con un evento. Annamaria Ruffini ha chiamato a raccolta i collaboratori di ieri e oggi per una cena sulla terrazza dell’Hotel Splendide Royal di Roma.

 Annamaria-Ruffini-e-la-torta-per-i-18-anni-della-sua-agenzia-di-eventi

Annamaria Ruffini festeggia i 18 anni della sua agenzia di eventi

La serata è stata un’occasione per rivivere le tappe della crescita dell’agenzia.

Già a meno di un anno dalla fondazione, nel 2004, organizzò sia la convention mondiale di Olivetti sia Awakening Journey, lo storico incontro del Dalai Lama a Roma con le comunità religiose americane.

«Sono davvero entusiasta di aver portato la mia agenzia al traguardo dei 18 anni con ottimi risultati di awareness, cosa affatto scontata dopo quasi 2 anni di una pandemia che ha vessato il comparto come nessun altro», commenta Ruffini.

Continua: «Abbiamo una squadra straordinaria e uno storico di collaboratori di livello, che è stato meraviglioso vedere seduti intorno al nostro stesso tavolo a festeggiare e gioire con noi.

L’impegno ora è continuare a servire i clienti con eventi creativi, originali e raffinati. Nonché a testimoniare, nel lavoro e non solo, il rispetto per l’ambiente in ogni sua accezione, convinti che un mondo felice e pulito, in cui gli esseri umani rispettano tutto e tutti, sia la vera chiave a ogni crescita: anche del turismo, anche degli eventi, anche di agenzie come Events In & Out».

Il rispetto per l’ambiente come punto di forza

L’agenzia fa del rispetto per ambiente, natura e umanità il suo maggior punto di forza.

Segue scrupolosamente il Codice etico di Site, rispetta pienamente gli standard per la sostenibilità dell’Events Industry Council, il punto di riferimento internazionale per tutti i temi della corporate social responsibility negli eventi.

Inoltre, ha ottenuto la certificazione Iso 20121 che attesta la valutazione degli impatti economici, sociali e ambientali di ogni evento. In linea, quindi, con le indicazioni dell’Agenda 2030 dell’Onu.

Eventi nel metaverso
Precedente

Eventi nel Metaverso: Microsoft lancia i meeting in realtà aumentata

Destinazioni e sostenibilità
Successivo

Destinazioni e sostenibilità per eventi carbon neutral: i risultati del GDS Index