Genova, bene il Mice: oltre 7.500 gli eventi ospitati dalla Superba

A Genova il settore dei congressi e degli eventi gode di buona salute, anzi, di una salute che in certi casi è ancora migliore della media italiana. A dirlo è il focus sulla città metropolitana dell’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi, lo studio di settore promosso dall’associazione Federcongressi&eventi e realizzato dall’Alta Scuola di Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – ASERI.

Presentata pochi giorni fa, lo studio evidenzia che lo scorso anno a Genova si sono svolti 7.548 eventi per un totale di 627.239 partecipanti, con un numero di presenze pari a 901.132. Gli appuntamenti con la durata maggiore di un giorno sono stati 1.000 e hanno generato il 17,9% delle presenze negli esercizi alberghieri della città metropolitana di Genova. E’ un dato al di sopra della media nazionale di circa il 10%. Anche il trend dei partecipanti agli eventi internazionali registra un incremento superiore allo standard nazionale.

Guarda il video #GenovaatHand

Genova, l’importanza dei dati

All’evento di presentazione dei dati organizzato da Convention Bureau Genova (leggi qui la mission e i servizi), la presidente del bureau e rappresentante Categoria Destinazioni e sedi Federcongressi&eventi Carla Sibilla ha rilevato come l’analisi dei dati congressuali sia importante affinché Genova possa confrontarsi con le altre destinazioni. Ciò al fine di migliorare sempre di più la propria competitività e per offrire alle istituzioni locali strumenti validi per la programmazione degli investimenti a supporto della promozione del congressuale, di cui il convention bureau rappresenta il punto di riferimento.

Leggi qui la classifica ICCA delle destinazioni congressuali 2019 e qui la classifica UIA.

Il Mice italiano si incontra alla nuova convention

Per fare il punto sullo stato dell’arte del settore, per analizzarne i futuri scenari e trend il Mice italiano si dà appuntamento a Treviso il 24 e 25 febbraio per la convention di Federcongressi&eventi.

Giunto alla sua tredicesima edizione, il congresso cambia format, passando da 3 a 2 giornate con l’obiettivo di aumentare la propria platea. Così conferma la presidente dell’associazione Alessandra Albarelli: “La decisione di concentrare il programma della convention in 2 giornate è stata presa  per rispondere alle esigenze da tempo avanzate dai professionisti del comparto, impegnati nel conciliare il bisogno di formazione e networking con ritmi di lavoro sempre più serrati”.

Genova

Alessandra Albarelli, presidente di Federcongressi&eventi

“Il format più agile della convention non ne riduce, però, la qualità del programma. Anche questa tredicesima edizione sarà infatti ricca di seminari, workshop, tavole rotonde e sessioni plenarie durante i quali i massimi esperti nazionali e internazionali degli eventi, della comunicazione e del marketing approfondiranno i temi più caldi e presenteranno i trend emergenti del settore dando a soci e non gli strumenti più up to date per essere sempre #concretiecompetitivi”.

Anche la scelta della location è in linea con l’obiettivo di rendere più agile ed efficace la convention, ottimizzandone anche il timing.

L’intero evento si svolgerà, infatti, in un’unica sede. Padrone di casa della convention sarà il Best Western Premier BHR Treviso Hotel, moderno business hotel che, situato nelle immediate vicinanze del centro storico di Treviso, dispone di un centro congressi di 13 sale modulabili e di un ristorante che predilige la cucina del territorio.

Genova

Il Best Western Premier BHR Treviso Hotel, sede della XIII convention di Federcongressi&eventi

La candidatura della struttura è stata presentata dal suo direttore Tiziano Simonato: “Siamo onorati di poter finalmente ospitare a Treviso la convention di Federcongressi&eventi e in particolare nella sua nuova formula che per la prima volta vede concentrati in un’unica location i lavori assembleari con le attività conviviali. La scelta della nostra struttura da parte del direttivo premia l’impegno della famiglia Basso, titolare dell’azienda, che in questi 10 anni di attività ha sempre creduto nella promozione del turismo congressuale, aderendo sin dall’apertura dell’hotel (dicembre 2008) alla più rappresentativa associazione d’imprese e professionisti che operano nella meeting industry”.

 

 

 

 

 

Roma MICE
Precedente

La Roma del Mice vuole crescere per vincere in Europa

PV agency
Successivo

PV Agency compie 45 anni, il testimone passa a Valentina e Luca Aquilino