Il Mice luxury torna a Firenze con DUCO

  

Il Mice luxury torna a Firenze con DUCO, travel summit dall’1 al 5 aprile. Ideato da Carolina Perez, creatrice della SãoPaulo Travel Week che ha poi ceduto a Iltm, l’appuntamento b2b vede riunirsi la meeting industry luxury per incontrare buyer internazionali in 1520 appuntamenti il primo giorno, di 15 minuti l’uno, e 800 durante la seconda giornata. L’agenda gestita dagli organizzatori mira a far conoscere ai travel designer il maggior numero possibile di strutture italiane, dalla Sicilia alle Alpi.

Protagonista è l’Italia, con la sua ospitalità migliore, fatta di buongusto, di Dolce Vita, di lifestyle moltiplicata per 149 hotel.

Tra essi i più bei cinque stelle a gestione famigliare, da Le Sirenuse di Positano al Rosa Alpina di San Cassiano in Alta Badia, e quelli delle collezioni più eleganti, da Four Seasons a Belmond, da JK Collection ai Lungarno della famiglia Ferragamo che a Milano prepara un nuovo polo del lusso, nel 2020.

Il Mice luxury torna a Firenze con DUCO: 21 le DMC presenti

All’evento espongono anche ventuno DMC e agenzie specializzate in affitto di ville e itinerari su misura.

I buyer provengono dai mercati di lingua inglese, soprattutto Regno Unito, Stati Uniti, Canada e Australia.

Come nella scorsa edizione, la cornice degli incontri cambia – un giorno al Four Seasons Florence, uno al St. Regis e uno a Villa San Michele – per consentire ai partecipanti di conoscere da vicino le potenzialità e il fascino di ciascuno dei tre alberghi.

“Duco vuole presentare l’eccellenza, l’arte dell’ospitalità e il ‘sense of place’ delle strutture italiane, e far vivere ai travel designer l’esperienza Italia in tutte le sue sfaccettature: belle camere, buona tavola, capolavori dell’arte, scorci poetici che i turisti internazionali ancora sognano”, spiega Carolina Perez.

Prima e dopo le giornate di lavoro a Firenze (qui il sito web dell’evento), i partecipanti sono invitati a scoprire il resto dell’Italia con tour organizzati dagli espositori nelle rispettive regioni.

All’organizzazione contribuiscono Toscana Promozione Turistica, come sponsor ufficiale, e come co-sponsor: Enit, Banville Wine Merchants, Belmond Hotels Italy, Destination Florence Convention and Visitors Bureau, Florencetown, Four Seasons Hotel Firenze, Leading Hotels of the World, Preferred Hotels & Resorts.

Precedente

Vicenza veste il MICE con la convention di Federcongressi&eventi

bando
Successivo

Poste Italiane: bando di gara da 25 milioni per eventi