A Madrid la fiera realizza 4,3 miliardi di impatto economico

In una destinazione di viaggio votata ai congressi come Madrid, la fiera della città continua a conquistare eventi internazionali con numeri elevati di partecipanti e ad essere un driver di sviluppo fondamentale.

Recentemente calcolato da Kpmg, l’impatto economico di Ifema sull’area metropolitana è salito a 4,3 miliardi di euro, il 25% in più rispetto a quanto registrato precedentemente. Per quanto riguarda l’occupazione, la fiera ha generato 26.168 posti di lavoro, una cifra che supera del 40% quella riportata dalla precedente analisi. L’ente ha servito 33mila203 aziende espositrici, il 7% in più, e 3,6 milioni di visitatori, con un aumento del 14% rispetto al 2017. Il reddito derivante dall’attività fieristica e congressuale aumenta il suo peso nel Pil della città al 3,2%.

Tra gli appuntamenti di rilievo è stata confermata l’Eage dal 30 maggio al 4 giugno 2021: la conferenza ed esposizione della società europea di geoscienziati e ingegneri si terrà per la terza volta.

Già nel 2005, l’Eage aveva tenuto il suo congresso al centro fieristico di Madrid con una partecipazione di 4.215 visitatori provenienti da 100 paesi e nel 2015, dopo 10 anni, si è nuovamente tenuto all’Ifema con un’affluenza record, in quanto ha aumentato la partecipazione di 68% con 7.100 delegati e 350 espositori.

Si tratta di un evento importante in cui professionisti ed espositori si incontrano per illustrare presentazioni tecniche, mostrare gli ultimi progressi in geofisica, geologia, ingegneria dei giacimenti. Inoltre, la conferenza ospita dibattiti, workshop e programmi educativi.

La fiera madrilena è molto attiva nell’attrazione di appuntamenti internazionali, qui il calendario, con una predilezione per il settore medico-scientifico. Quest’anno ad ottobre ospiterà il 28° congresso annuale dell’Accademia europea di dermatologia e venereologia (Eadv) dal 9 al 13. Più di 12.000 partecipanti, 750 speaker e 150 espositori sono attesi da cento nazioni.

L’ Eeadv è il più grande evento annuale europeo nella specializzazione della dermatologia e la Spagna è un paese noto per la sua eccellenza in chirurgia e negli strumenti diagnostici come la microscopia confocale e la dermoscopia. Il “tema caldo” del 2019 è la Skin Imaging, che copre ambiti quali l’ecografia in dermatologia, la tomografia a coerenza ottica e la visione artificiale (machine and deep learning). Un’area appositamente allestita consentirà ai medici l’accesso alla consultazione di ricerche non pubblicate.

Anche Ifema partecipa a Imex di Francoforte, l’appuntamento da non perdere in Europa per chi organizza fiere e congressi.

Precedente

Imex: focus sulla creatività con la Discovery Zone

Gattinoni
Successivo

Gattinoni firma il lancio dei Bridgestone invernali