Terre Borromeo sul lago Maggiore, dove gli eventi diventano esperienze

  

Il sito Terre Borromeo lancia una nuova sezione per il trade. Si tratta di una vetrina che presenta la proposta di idee di viaggio, eventi e tour tematici nelle destinazioni sul Lago Maggiore.

Ovvero il circuito che include le Isole Borromee, la Rocca di Angera, Parco Pallavicino e Parco del Mottarone.

Si tratta di location e destinazioni anche per eventi aziendali, team building e viaggi d’incentivazione. Tutti personalizzabili. Con attività esperienziali legate al food, allo sport, all’arte e alla botanica.

Terre Borromeo: location per eventi e incentive

rocca-di-angera_veduta-drone

La Rocca di Angera, sulla sponda lombarda del lago Maggiore

L’Isola Bella e l’Isola Madre sono vere e proprie chicche per i curati giardini botanici e la ricchezza storica e artistica dei siti museali. A Stresa, dove ci si imbarca per le isole, si trovano l’oasi naturale e faunistica di Parco Pallavicino e le attrazioni sportive del Parco del Mottarone.

Infine, sul versante lombardo, la Rocca di Angera è un viaggio nel tempo. Si snoda tra sale storiche, mostre d’arte contemporanea e il Museo della bambola e del giocattolo.

Come si posiziona Terre Borromeo come location per eventi aziendali, congressi e viaggi incentive?

«Siamo attivi nel settore Mice soprattutto per l’organizzazione di iniziative speciali e personalizzate. Quindi collaterali al “classico” congresso oppure evento aziendale», risponde Raffaella Martinelli, head of sales & event manager.

Raffaella Martinelli, head of sales & event manager Terre Borromeo

Raffaella Martinelli, head of sales & event manager Terre Borromeo

«I siti Terre Borromeo sono l’ideale per ospitare cene di gala e/o aziendali. Anche con numeriche importanti. In particolare, la Rocca di Angera è in grado di accogliere nei suoi spazi interni o esterni sul versante lombardo del Lago Maggiore fino a 400 ospiti».

Team building ed esperienze uniche

Continua la direttrice: «Parallelamente, le attività di team building, soprattutto nelle aree verdi di Parco Pallavicino e di Parco del Mottarone, sono una delle principali opzioni per i viaggi incentive.

A queste proposte si affiancano le visite ai musei e ai giardini botanici anche a titolo esclusivo. Vivendo l’esperienza unica e di grande impatto di un aperitivo all’ora del tramonto nei giardini privati.

Inoltre, a partire dalla stagione 2022 sull’Isola Bella sarà possibile ospitare cene aziendali per gruppi fino a circa 150 persone nell’albergo-ristorante Il Delfino. È  una struttura storica in completo rinnovamento che entra a far parte dell’offerta Terre Borromeo».

Quali sono i mercati stranieri ai quali puntate?

«Certamente quelli centro-nord europei. Di particolare interesse, per quanto riguarda l’area merceologica, il settore medico e farmaceutico per il potenziale di crescita e innovazione».

Sempre sul fronte Mice, Terre Borromeo opera in sinergia con altri player del territorio?

«Le attività Mice sono solitamente organizzate in collaborazione con le principali strutture ricettive del territorio che sono adeguatamente strutturate e organizzate per ospitare meeting e congressi. Anche con molti partecipanti.

In questi casi la struttura ricettiva offre il pernottamento e gli spazi per organizzare i congressi. Invece, Terre Borromeo entra in gioco nell’organizzazione di tutte le attività collaterali e gli eventi speciali».

Le antiche case dei pescatori diventano appartamenti

Oltre alla sezione trade del sito web, un’ulteriore novità è la piattaforma di prenotazione degli Isola Bella Apartments raggiungibile dalla home page di Isoleborromee.it

E’ gestita dal motore specializzato per hotel Simple Booking e permette di prenotare direttamente 4 appartamenti.

Situati nel borgo dell’Isola Bella, dove un tempo sorgevano le antiche case dei pescatori, sono stati recuperati in seguito a un’accurata opera di ristrutturazione.

In abbinamento si possono richiedere servizi extra.

Tra questi, il trasporto in motoscafo privato e la prima colazione in appartamento. Oppure la disponibilità di uno chef per degustare le ricette della tradizione italiana in versione gourmet.

Museo Cozzi Alfa Romeo eventi
Precedente

Museo Fratelli Cozzi, eventi tra le Alfa Romeo: intervista alla direttrice

Emmegi studios cambiamento
Successivo

I nuovi Emmegi Studios per il cambiamento degli eventi che prende forma