MissiOnewsTrasporti

Stop alla quarantena per gli arrivi dagli Stati Uniti in italia

  

Stop alla quarantena per gli arrivi dagli Stati Uniti in Italia: arriva l’ufficialità da Aeroporti di Roma e da Alitalia. In un comunicato congiunto si informano i passeggeri che per chi parte dagli States, all’arrivo a Fiumicino verrà richiesto di eseguire un nuovo test antigenico. Si tratta di “un doppio controllo” che esenterà i passeggeri dall’obbligo di quarantena al momento dell’ingresso in Italia.

Doppio perché anche all’andata, sui cosiddetti voli Covid tested di Alitalia ci si imbarca solo presentando una certificazione comprovante la negatività al Covid 19, effettuata nelle 48 ore antecedenti il volo. Oppure eseguendo il test antigenico direttamente all’aeroporto prima di imbarcarsi.

Questa procedura è in vigore da martedì 8 dicembre e fino al 15 febbraio 2021, salvo proroghe. E riguarda tutti i passeggeri che viaggeranno sui tre voli settimanali di Alitalia sulla rotta Roma-New York-Roma.

Stop alla quarantena per gli arrivi dagli Stati Uniti, ma non viceversa

Adr e Alitalia fanno sapere che «il nuovo protocollo di viaggio è disciplinato dall’ordinanza del 23 novembre scorso», del Ministro della Salute, di concerto con il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, nonché il Ministro degli affari esteri.

Ciò non vale per chi dall’Italia si reca negli Stati Uniti.

Infatti, per l’ingresso nel Paese sono tuttora validi i provvedimenti dell’amministrazione americana* che pongono espliciti divieti, diverse restrizioni e altrettante deroghe, per cui è molto difficile sintetizzare. In linea generale per motivi di lavoro, studio e salute si può entrare, osservando l’isolamento fiduciario a destinazione.

Tuttavia, il Consolato americano a Milano consiglia di chiedere informazioni all’arrivo nella destinazione finale negli U.S.A. Ogni Stato ha delle regole proprie e diverse da Stato a Stato. Infine, «qualsiasi esame/test/tampone fatto in Italia non avrà nessun valore negli Stati Uniti», fa sapere l’organismo.

*Approfondisci in questa pagina del Cdc statunitense “Travelers Prohibited from Entry to the United States”.

Cambio mascherina ogni 4 ore a bordo dell’aereo

Infine, è bene sapere che anche sui corridoi di volo tra gli Stati Uniti e l’Italia i passeggeri devono indossare sempre una mascherina chirurgica protettiva. Perciò munirsi di un numero di ricambi adeguato alla durata del viaggio. Per sostituirla ogni 4 ore.

All’imbarco negli Stati Uniti è richiesta la compilazione di un’autocertificazione che attesti di non aver avuto contatti stretti con persone affette da Covid-19.

Scarica qui il modulo di rientro dall’estero (Paese extra Schengen) di Alitalia.

DPCM Natale 2020
Precedente

Il Dpcm Natale 2020 è stato pubblicato: si può viaggiare?

biztravel forum 2020
Successivo

Biztravel Forum 2020: i panelist dell'evento del 10 dicembre