MissiOnewsPersoneTrasporti

20 milioni di passeggeri per i treni Italo, via all’orario invernale

A 7 anni dal debutto sulle linee ferroviarie italiane, i treni Italo proseguono nella loro marcia di crescita, portando ai passeggeri novità sia per quanto riguarda le frequenze sia i servizi di bordo sia le attenzioni per il business travel, che col passare del tempo assume una rilevanza sempre maggiore in tutti e 116 collegamenti giornalieri effettuati con 46 treni.

E in questa strategia di crescita della compagnia ferroviaria privata italiana che nel 2019 dovrebbe trasportare circa 20 milioni di passeggeri, ossia 3 milioni in più dell’anno scorso. La sfida, ora, è di fornire un servizio sempre migliore in modo da rendere il viaggio in treno una esperienza che oggi molte compagnie aeree non sono in grado di dare.

E per presentare le novità invernali, Fabrizio Bona, chief commercial officer, e Marco De Angelis, direttore vendite, hanno iniziato da Milano il consueto roadshow invernale per presentare le novità della stagione 2019-2020.

Gli appuntamenti successivi sarano a Venezia, Firenze, Roma e Napoli.

I treni Italo viaggeranno con maggiori frequenze

Una stagione invernale che si prospetta ricca di nuovi collegamenti, con 18 servizi giornalieri aggiuntivi che Ntv introdurrà a partire dal cambio orario invernale del 15 dicembre e nel corso dei prossimi mesi.

Fra questi ci saranno 10 ulteriori servizi no stop fra Roma e Milano, per un totale di 32 collegamenti diretti, ossia un treno ogni 30 minuti nelle ore di punta.

I nuovi collegamenti riguarderanno tutto l’arco della giornata. Roma e Milano, inclusi i no stop, saranno servite fra loro da 64 servizi quotidiani.

«Nel 2021 e nel 2022 investiremo molto sul nordest, con collegamenti per Udine, Pordenone, Conegliano e Treviso», ha precisato Fabrizio Bona.

Italo: leggi le nuove tratte per il business travel

Dal capoluogo lombardo ci saranno 4 nuovi treni per Venezia (2 in ogni direzione) portando a 18 i viaggi al giorno fra le due città. E a proposito della città lagunare, ci saranno 2 nuove opzioni con Roma, per un totale di 22 al giorno (che diventano 40 contando tutti i collegamenti col resto del network).

Roma arriverà a 97 frequenze al giorno anche grazie alle 2 nuove corse da e per Verona (una per direzione).

I treni Italo crescono anche a Bologna, Napoli, Salerno e Torino

«Abbiamo potenziato i collegamenti da e per Bologna – aggiunge Marco De Angelis – che sarà servita da 13 nuovi servizi No Stop da Milano (per un totale di 49 al giorno) e da Roma (per un totale di 81) che saranno operativi entro marzo 2020».

E Napoli? Sei nuovi collegamenti no stop con Milano, 3 in ciascuna direzione per un totale di 44 servizi al giorno di cui 8 saranno prolungati su Salerno e 10 su Torino.

La città della Mole vedrà crescere i collegamenti con Salerno, grazie al raddoppio dell’offerta: da 4 a 8 servizi quotidiani.

Il processo di crescita dei treni Italo in Italia passa anche da 500 nuove assunzioni e dalla qualità dei servizi di bordo: da una parte, la possibilità di fare colazione, di pranzare o di cenare con prodotti freschi e con snack come “aperitivo”.

Dall’altra parte, la completa rivisitazione del canale entertainment con nuovi programmi e con brevi filmati che si aggiungono ai 140 film.

Scopri l’App Italo impresa

«A Milano partiremo con un nuovo servizio di terra – spiega Marco De Angelis – che prevede che nella lounge ci sia la posibilità di degustare prodotti freschi. Servizio anche (e non solo) per il mondo corporate».

E a proposito di viaggi d’affari, Fabrizio Bona spiega anche la novità per le agenzie di viaggio: «Le agenzie potranno stringere direttamente convenzioni con le aziende, segmento su cui stiamo puntando molto e che già ci sta dando grandi soddisfazioni».

Treni Italo

BizTravel Forum 2019
Precedente

BizTravel Forum 2019, il business travel cresce del 5%

Luke Air
Successivo

Con Luke Air arriva la business class