MissiOnewsTrasporti

Volo da Milano Malpensa a Riad di Saudia al via il 2 novembre

Il volo da Milano a Riad di Saudia (Saudi Arabian Airlines) riprende il 2 novembre, di lunedì e mercoledì. Attualmente sono ammessi solo i viaggiatori con visti business, di residenza in Arabia Saudita, di uscita/entrata. L’aeromobile utilizzato è un A330 che consentirà capacità e distanziamento a bordo. Come per altri Paesi arabi, è obbligatorio avere con sé un certificato di tampone Covid-19 negativo, effettuato con massimo 48 ore di anticipo. Il documento che attesta la negatività al Coronavirus deve essere scritto in inglese, altrimenti l’imbarco sarà negato.

Leggi qui dell’apertura dell’Arabia Saudita al turismo internazionale.

volo da Milano Malpensa a Riad: le  regole per entrare in Arabia Saudita

Tra le misure di contenimento del contagio da Covid-19, l’Arabia Saudita impone anzitutto l’isolamento fiduciario all’arrivo.

Tutti i viaggiatori devono osservare una quarantena di 2 giorni. Quindi effettueranno il test Pcr entro la fine del periodo. Se il tampone non viene eseguito, l’autoisolamento deve proseguire per altri 7 giorni.

Inoltre, devono scaricare e registrarsi sulle applicazioni Tatamman e Tawakkalna.

App e braccialetto Tatamman

Nel maggio scorso è stato introdotto anche un braccialetto elettronico insieme all’app Tatamman, come misura sanitaria per chi rientrava dall’estero. Il ministero della Salute saudita l’ha adottato come dispositivo che consente ai viaggiatori di ritorno di rimanere a casa in quarantena invece di soggiornare in strutture ricettive controllate.

Per i viaggiatori in ingresso a Riad, la comunicazione dell’alloggio dove verrà osservata la quarantena deve essere registrata sulle applicazioni digitali entro 8 ore dall’arrivo. Puntualmente ogni giorno, si deve notificare lo stato di salute attraverso l’app.

I voli in connessione e proseguimento da Riad all’interno del Regno sono operativi da qualche mese.

E’ noto che dopo lo storico accordo di pace tra Israele e gli Emirati Arabi, gli Stati Uniti proseguono nel disegno di distensione dei rapporti tra Israele e parte del mondo arabo musulmano. All’inizio di settembre lo spazio aereo saudita è stato aperto ai voli di tutti i Paesi in viaggio da e verso gli Eau. Compreso lo stato ebraico.

Approfondisci a questo link sulle norme per entrare in Arabia Saudita.

Leggi su Mission 4 da pagina 18 l’articolo su Alula, la prima regione saudita ad aprire ai viaggi internazionali.

rimborsi aerei
Precedente

Rimborsi aerei: Emirates ha soddisfatto il 90% delle richieste

aeroporti di roma
Successivo

Aeroporti di Roma struttura le attività di prevenzione per la ripartenza del business travel