AccomodationMissiOnews

Da Airbnb il pulsante dedicato al business travel

Airbnb e il business travel: la stampa estera rende nota l’implementazione di un nuovo strumento per il business travel, per completare l’esistente sezione dedicata Airbnb for Work. Una funzione molto utile, visto il crescente aumento del numero delle imprese che si rivolgono al servizio, che punta sempre di più a mettere in contatto chi cerca un alloggio temporaneo con persone che hanno uno spazio (appartamento, camera, villa, barca) da affittare.

E se fino a ieri al momento della prenotazione la piattaforma non faceva differenza tra viaggiatori d’affari e vacanzieri, ora lo fa e già in fase di prenotazione permette a chi prenota di poter scegliere se concentrarsi su sistemazioni più business o più vacanziere. Il tutto tramite un “pulsante” a uso e consumo dei viaggiatori d’affari.

Un “interruttore” per Airbnb e il business travel, usato da mezzo milione di aziende

Una volta che si sceglie “Viaggi per lavoro“, o “Travelling for work” nella versione inglese, appare la lista degli alloggi, in base ai giudizi di precedenti utenti che li hanno utilizzati per motivi di lavoro. Secondo quanto afferma la società, 500mila imprese utilizzano Airbnb for Work.

Leggi l’intervista di Mission al Business travel lead Italia

Ma non solo: gli utenti business avranno accesso a quegli strumenti utili a chi viaggia per lavoro come la contabilizzazione centralizzata o l’elaborazione delle note spese. Una nota dell’azienda, diramata ufficialmente nell’ottobre del 2017 e ripresa dai media statunitensi, spiega che “gli utenti d’affari vedranno solo quelle case, quegli appartamenti e quei boutique hotel che sono stati valutati come ideali per il business travel”. Senza perdere tempo in altre offerte o sena rischiare di ritrovarsi in luoghi o quartieri o sistemazioni poco adatti.

Visto che Airbnb e il business travel sono sempre più legati e che l’azienda ipotizza di costruire le case da affittare (leggi la notizia), magari inizierà a edificare appartamenti studiati apposta per il settore d’affari.

In realtà la piattaforma offre molto più che un luogo dove pernottare: gli utenti possono scegliere anche lezioni di team building, workshop e spazi dove ospitare meeting ed eventi. Attualmente, Airbnb contiene più di 6 milioni di sistemazioni in più di 100.000 città.

Ricordiamo che in primavera Airbnb ha annunciato l’acquisizione del sito di prenotazione di strutture ricettive indipendenti e boutique hotel Hoteltonight, alla luce del fatto che le prenotazioni per motivi di business e di viaggi last minute – anche il giorno stesso – raddoppiano di anno in anno.

Scopri come Airbnb punta al mercato corporate

Airbnb e il business travel

Il portale di Airbnb

 

 

business class ANA
Precedente

La nuova business class ANA, tra tradizione giapponese e design occidentale

sciopero aereo differito
Successivo

Sciopero aereo differito per Alitalia, ma i sindacati non mollano. Ecco il documento