Allianz Risk Barometer 2022

Allianz Barometer Risk 2022: cosa temono di più le aziende?

L’Allianz Risk Barometer 2022 rivela che le violazioni informatiche rappresentano il rischio più sentito dalle aziende a livello globale. In seconda battuta, a preoccupare sono la business continuity e le catastrofi naturali. Solo al quarto e sesto posto, il sondaggio evidenzia la pandemia e il cambiamento climatico, che risale dal nono.

Perché dovrebbero interessare i travel e mobility manager?

A nostro avviso, il barometro dei rischi del gruppo assicurativo tedesco, specializzato anche nei viaggi d’affari attraverso una compagnia specifica, mette in evidenza il pensiero aziendale che influenzerà le trasferte di lavoro. Scorriamo insieme qualche spunto della survey che coinvolge 2.650 esperti provenienti da 89 Paesi, tra amministratori delegati, risk manager, broker ed esperti assicurativi.

I rischi più temuti dalle aziende a livello globale

Allianz Risk Barometer 2022: i rischi per le aziende

La minaccia di attacchi ransomware, le violazioni di dati o le lunghe sospensioni dei sistemi IT preoccupano le aziende ancora di più dell’interruzione di attività. Inclusi i fermi della supply chain. Due fattori che hanno pesantemente dominato il risk management corporate negli ultimi due anni.

Tuttavia «la paura più forte rimane quella di non essere in grado di realizzare i prodotti o fornire i servizi» secondo il responsabile della business unit di Allianz che si occupa del sondaggio.

Che motiva: «Il 2021 ha visto livelli di interruzione senza precedenti, causati da vari fattori scatenanti, e quest’anno si prevede solo un graduale miglioramento della situazione. Tra le criticità dell’anno passato ci sono cyber-attacchi rovinosi, l’impatto sulla catena di approvvigionamento di eventi meteorologici estremi legati al cambiamento climatico, così come i problemi legati alla produzione dovuti alle varie ondate pandemiche e i colli di bottiglia che si sono creati nel settore dei trasporti».

La capacità di reagire alle molteplici cause di interruzione di attività diventa un vantaggio competitivo.

FOCUS SUL SETTORE MANIFATTURIERO

Per l’industria che produce beni di consumo, il rischio principale è il blocco delle attività, come si evince da questa tabella

Due rischi collegati: cyber crime e interruzione di attività

E’ intuitivo comprendere che le violazioni informatiche e il blocco delle attività di produzione ed erogazione dei servizi siano intimamente connesse, in un mondo digitalizzato.

Secondo il sondaggio, la minaccia della business continuity è conseguente agli incidenti informatici, considerando la crescente digitalizzazione dei processi e lo smart working, che proseguirà per molti mesi del 2022.

Allo stesso modo, il dilagare della pandemia, con l’emanazione caotica delle restrizioni agli spostamenti tra i Paesi, provoca l’interruzione del business. Si pensi alla chiusura delle fabbriche dell’automotive in tutto il mondo e delle code di spedizione di container nei porti asiatici.

Gli esperti di rischi dell’Allianz Risk Barometer 2022 osservano: «La pandemia ha messo in luce la portata dell’interconnessione delle moderne supply chain e ha dimostrato come più eventi non correlati possano unirsi e creare disagi diffusi».

Concludendo: «Per la prima volta la resilienza delle catene di fornitura è stata messa alla prova fino al punto di rottura su scala globale».

La buona notizia è che la maggior parte degli intervistati (80%) pensa di essere adeguatamente preparato per una futura situazione emergenziale.

Focus sui rischi in Italia

In particolare, in Italia, i rischi informatici e l’interruzione di attività si posizionano al primo e al secondo posto nella classifica dei primi 10 rischi. Per il secondo anno consecutivo.

Le catastrofi naturali entrano tra i primi tre con il 33% delle risposte, al posto dello scoppio della pandemia che scende dalla terza alla quinta posizione.

Altri fattori dell’Allianz Risk Barometer 2022 entrano nella Top 10, come la carena di forza lavoro qualificata per il 13% dei rispondenti.

Il Barometro dei rischi per le aziende è realizzato da Allianz Global Corporate & Specialty, specializzata in rischi e assicurazioni “Danni/RC”. Nel 2020, la raccolta premi lordi globale è stata pari ad un totale di 3 miliardi di euro. In Italia, le soluzioni assicurative per il business travel sono offerte da Allianz Partners.