MissiOnewsTrasporti

Business e leisure fanno volare il London City Airport

Aumento di traffico per il quinto anno consecutivo per il London City Airport che ha chiuso il 2015 con 4.319.521 passeggeri transitati, nuovo record che vede crescere del 18,38% la quota raggiunta l’anno precedente.
L’aeroporto della City si è distinto per essere l’unico scalo londinese ad aver registrato un aumento del traffico su un così lungo periodo consecutivo, spinto da diversi fattori tra cui l’estate più trafficata di sempre di British Airways, il primo anno di presenza della compagnia Flybe, l’implementazione della tratta di Milano (con Alitalia) e del Lussemburgo (con Luxair) e l’aggiunta di nuove destinazioni come Basilea e Berna (Skywork), Cork (Cityjet) e Mykonos e Santorini (British Airways).
Le destinazioni più gettonate sono state Edimburgo, Amsterdam, Dublino, Zurigo e Rotterdam, a conferma della crescente popolarità dell’aeroporto sia per quel che riguarda i viaggi business, ma anche leisure, nel Regno Unito e in Europa.
“Siamo felici ed onorati di aver stabilito questo nuovo record in termini di numero di passeggeri, un numero che racchiude tutti i grandi successi raggiunti dall’aeroporto quest’anno” afferma Declan Collier, Ceo di London City Airport, che aggiunge: “Il 2016 sarà un anno importante, che vedrà in prima battuta il completamento del progetto di ristrutturazione dell’ala ovest, e dimostrerà che, con delle semplici migliorie, il nostro aeroporto ha potenziale per avere ancora più successo”.
London City Airport (LCY) è collegato con voli giornalieri a oltre 45 destinazioni business e leisure in Europa, incluse Roma, Milano, Firenze e Venezia. inoltre ha due voli giornalieri business class per New York.

Precedente

Low cost ed Europa dominano le oltre 3100 nuove rotte nel 2015

alitalia alessio vinci
Successivo

Alessio Vinci nuovo responsabile comunicazione Alitalia