MissiOnewsTrasporti

Emirates torna a volare su 5 destinazioni

In aggiornamento_Coronavirus Emirates torna a volare da Dubai a Londra, Francoforte, Parigi, Bruxelles e Zurigo. Con quattro voli settimanali per Heathrow e tre verso le altre città. Operando dal Terminal 2 dell’aeroporto internazionale di Dubai fino a nuovo avviso, questi servizi trasporteranno solo passeggeri in uscita dagli Emirati Arabi Uniti. La compagnia movimenterà anche merci in entrambe le direzioni, supportando il commercio e le comunità con il trasporto di beni essenziali. Recentemente, la divisione Skycargo ha impiegato anche gli aerei passeggeri per supportare le richieste. I Boeing “Triple Seven” hanno messo a disposizione 40 tonnellate di capacità aggiuntiva. Anche Milano è stata interessata. In Lombardia sono arrivate quasi 100 tonnellate di materiale di soccorso, comprese attrezzature ospedaliere.

Sulle rotte ripristinate vengono utilizzati proprio i Boeing 777-300ER, con posti in business class ed Economy. Siccome le destinazioni sono soggette a restrizioni all’ingresso, i passeggeri sono invitati a verificare i criteri. A questo proposito, Iata ha predisposto a questo link un utile riepilogo.

Approfondisci qui sull’estensione del programma di fidelizzazione Emirates Skywards.

Emirates torna a volare, cibo e bevande vengono serviti

Il servizio di bordo viene modificato per ragioni sanitarie.

Non saranno disponibili riviste e altro materiale di lettura, ad esempio. Invece, Cibo e bevande continueranno a essere offerti. Ma con un packaging diverso, al fine di ridurre i contatti durante il servizio dei pasti.

Lounge e chauffeur service sono temporaneamente sospesi.

«Questi servizi passeggeri iniziali, sebbene limitati ai viaggiatori che soddisfano i requisiti di ingresso stabiliti dai paesi di destinazione, saranno accolti con favore dai nostri clienti che desiderano tornare a casa e dalle loro famiglie. Desideriamo ringraziare il governo degli Emirati Arabi Uniti e tutti i nostri partner per il loro supporto nell’assicurare il funzionamento dei nostri voli», commenta il presidente e AD del vettore, Sheikh Ahmed bin Saeed Al Maktoum.

La situazione relativa al Coronavirus viene tenuta sotto stretta osservazione, come consiglia l’Organizzazione Mondiale della Sanità (leggilo qui), e mano mano che sarà possibile verranno annunciati eventuali collegamenti aerei aggiuntivi.

Leggi qui del saluto agli ultimi voli durante il Covid-19.

In aggiornamento_Coronavirus_14 aprile

Chicago, Tunisi, Manila: nuovi voli operativi

Emirates ha ripreso a volare su Giacarta, Manila, Taipei, Chicago, Tunisi, Algeri e Kabul, che si vanno ad aggiungere a quelli già attivi. Inoltre, con l’aumento dei servizi e dei voli in partenza da Dubai, la compagnia ha ricominciato a operare al Terminal 3.

I clienti devono seguire tutte le misure di salute e sicurezza richieste dalle autorità degli Emirati Arabi Uniti e dal paese di destinazione.

Bagaglio a mano non consentito

Durante questo periodo, ci sono alcune modalità inconsuete di cui tenere conto. Ad esempio, non è attivo il check online e la selezione dei posti disponibili.

E ancora, il bagaglio a mano non viene accettato su questi voli. Gli oggetti da portare a bordo saranno limitati a laptop, borsetta, valigetta o articoli per bambini. Tutti gli altri devono essere registrati ed Emirates aggiungerà il prezzo della franchigia bagaglio a mano.

Voli Gruppo Lufthansa durante il Coronavirus
Precedente

I voli del gruppo Lufthansa durante il Coronavirus

ripartire dopo il coronavirus
Successivo

Best Western lancia i travel bond che rendono il 25%