MissiOnewsTrasporti

L’Enac sospende la licenza di volo a Ernest Airlines

L’Enac sospende la licenza di volo a Ernest Airlines dal 13 gennaio.

E’ lo stesso Ente nazionale per l’aviazione civile ad informare di aver disposto la sospensione dell’esercizio di trasporto aereo passeggeri e merci al vettore fondato nel 2015 da un gruppo di giovani investitori svedesi e italiani.

La data del 13 gennaio 2020 – si legge nella nota ufficiale – è stabilita «al solo scopo di consentire alla compagnia di riproteggere i passeggeri già in possesso di un titolo di viaggio, provvedendo, al contempo, alla necessaria informativa all’utenza per gli eventuali voli cancellati».

L’aerolinea ha inviato un comunicato stampa dove spiega che «sta attivando tutte le azioni mirate a ottenere la revoca del provvedimento e si sta impegnando al massimo per garantire regolarità e puntualità dei propri voli fino al 13 gennaio».

Enac sospende la licenza di volo a Ernest Airlines, perché?

Ernest Airlines non può più emettere biglietti di viaggio, quindi.

«Il provvedimento è stato adottato sulla base di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1008 del 2008, recante norme comuni per la prestazione di servizi aerei nella Comunità europea», precisa la comunicazione.

Se Ernest Airlines fornirà elementi di garanzia, il provvedimento di sospensione potrà essere revocato.

La licenza rimane comunque in vigore fino al 13 gennaio, anche in considerazione delle festività in corso, nonchè del Capodanno ucraino del 7 gennaio 2020 e della conseguente necessità di garantire l’interesse superiore della tutela del passeggero.

L’Enac, infatti, rileva che non sussistono imminenti criticità che pregiudicano la sicurezza delle operazioni.

Molto attiva nella comunicazione, la compagnia aerea ha incontrato gli operatori dei viaggi durante l’ultima Ttg Travel Experience a Rimini. Per l’occasione era presente Ilza Xhelo, chief commercial officer, che ha sottolineato l’orgoglio di essere «la compagnia di riferimento per milioni di passeggeri per i viaggi dall’Italia all’Albania e dall’Italia all’Ucraina e viceversa».

La flotta è composta da 4 Airbus, un A319-100 da 141 posti, e tre A320-200s da 180 posti. La società ha annunciato l’inserimento di nuove macchine: fino a venti A320s entro il 2023. Il piano di potenziamento della flotta prevedeva già per il 2020 l’arrivo di altre quattro unità, la prima prevista in marzo, della famiglia A320.

I dipendenti in Italia sono circa 200, mentre i passeggeri trasportati nel 2019 erano stimati in un milione.

Vedi qui il video di Natale della compagnia.

Il Gruppo Zucchetti acquisisce Amilon
Precedente

Il Gruppo Zucchetti acquisisce Amilon

amsterdam schiphol
Successivo

Nuova lounge Crown non Schengen ad Amsterdam Schiphol per KLM