MissiOnewsSenza categoriaTMCTrasporti

L’Inghilterra revoca la quarantena per i vaccinati da UE e Stati Uniti

Il 28 luglio, il Governo inglese ha annunciato la sospensione della quarantena per i passeggeri vaccinati di UE e Stati Uniti in entrata in Inghilterra.

La disposizione entrerà in vigore dalle ore 4.00 BST del 2 agosto 2021. Dunque, per tutti i viaggiatori appartenenti alla amber list for entering England è sospeso il precedente obbligo di isolamento, a patto che abbiano completato il ciclo vaccinale.

Come riferisce l’esperto in security management, Roberto Masi, si intendono fully vaccinated coloro che hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni. Inoltre, l’applicazione di questa regola vale indipendentemente dall’attività svolta (turismo, affari, studio, salute).

Tra gli aggiornamenti, segnaliamo la ripartenza delle crociere internazionali.
In seguito all’attento monitoraggio delle prove epidemiologiche, infatti, il Governo inglese ha deciso di far ripartire i viaggi per mare rimanendo però in linea con le indicazioni della Sanità britannica.

Le ultime disposizioni messe in atto costituiscono la seconda parte del Global travel taskforce checkpoint review, che ha come fine ultimo quello di far avanzare il più possibile le riaperture ai viaggi internazionali. In questo modo, il Regno Unito dare una spinta all’economia e permettere ai vaccinati in Europa e negli Stati Uniti di tornare in Inghilterra riunendosi più facilmente alle proprie famiglie e amici.

Entrare in Inghilterra senza obbligo di quarantena: gli adempimenti

I vaccini accettati sono esclusivamente quelli autorizzati dalla European Medicines Agency (Ema) e Food and Drug Administration (Fda). Ricordiamo che il numero di dosi deve essere obbligatoriamente 2 (o 1, nel caso di Johnson & Johnson).

Ci sono delle differenze negli adempimenti per l’entrata in Inghilterra.

Per gli arrivi dalla Francia, in particolare, le nuove disposizioni riguardanti la quarantena non valgono. I viaggiatori dagli USA, invece, devono dare prova della residenza nel proprio Paese.

Tutti i passeggeri, anche quelli vaccinati, sono tenuti in ogni caso a sottoporsi ad:

  • Un test pre-partenza entro 72 ore prima, che può essere Pcr, Lamp o antigenico. Il documento deve essere presentato in inglese, francese o spagnolo
  • Un day 2 arrival Pcr, ovvero un tampone molecolare al secondo giorno di permanenza in UK. I passeggeri devono prenotare e pagare in anticipo questo test.

Infine, sono obbligati a compilare un Passanger Locator Form (anche coloro che sono in transito sul territorio). Il Plf va compilato entro 48 ore dall’ingresso in Inghilterra.

Qui l’overview degli obblighi per l’ingresso in UK dagli altri Paesi su Gov.UK.

business travel show 2021
Precedente

Business Travel Show 2021 a Londra: confermata l'edizione in presenza

ACI Blueteam supporta Wondermiles
Successivo

ACI Blueteam distribuisce Wondermiles: un nuovo self booking tool