AutoGreenSguardo sul futuro

Hyundai Kona ibrida accelera il piano elettrico della Casa

Hyundai Kona ibrida risponde al must di sostenibilità che sembra essere la direzione dei grandi centri urbani. Milano ha già un piano molto preciso, di essere una città diesel free entro il 2030, ve lo abbiamo spiegato qui.

Il nuovo Suv compatto della casa coreana – in consegna da settembre –ha venduto 120mila esemplari in Europa dal lancio nel 2017. Dopo le versioni benzina e diesel, si è aggiunta a metà dell’anno scorso la motorizzazione elettrica che in Italia ha vinto la sfida nella prima gara comparativa fra i sei modelli a batteria più venduti.

Oggi è l’ora dell’ibrido, che nella combinazione di motore elettrico e propulsore a combustione interna sviluppa una potenza massima di 141 CV (103,6 kW).

Pacchetto di sicurezza più completo

L’assistenza alla guida è più completa: il pacchetto include la frenata automatica di emergenza con il riconoscimento pedoni e ciclisti. Su richiesta, lo Smart cruise control (SCC) con Stop & Go.

Esso mantiene una distanza preimpostata per fermare il veicolo e farlo ripartire automaticamente in base alle condizioni del traffico (se la fermata dura meno di tre secondi).

Altri Adas su richiesta sono il mantenimento attivo della corsia. Allo stesso tempo, il rilevatore dei limiti di velocità utilizza la camera frontale e le informazioni ricevute dal sistema di navigazione per riconoscere i limiti e riprodurli in tempo reale.

Completano il quadro il rilevatore dell’angolo cieco, l’avviso di possibili urti posteriori, della stanchezza del conducente e la gestione automatica dei fari abbaglianti.

La nuova Hyundai Kona ibrida è equipaggiata con il freno di stazionamento elettrico, di serie, comodamente attivabile e disattivabile tramite un pulsante.

Hyundai Kona ibrida e la telematica

L’aggiornamento della gamma introduce novità tecnologiche: il sistema Blue Link utilizza una tecnologia telematica incorporata. Tra le funzionalità, l’app che gestisce l’apertura e la chiusura centralizzata.

L’infotainment di serie con schermo touch da 7’’ è compatibile con Android Auto ed Apple CarPlay. In più, il display a 10,25 pollici ha il riconoscimento vocale in sei lingue (solo con Blue Link) e funzionalità ‘split’, con la possibilità di personalizzare lo schermo per visualizzare due diverse versioni di e modificare icone e widget.

Con il navigatore sono compresi i servizi live: informazioni su meteo, traffico, autovelox (dove consentito legalmente), parcheggi e punti d’interesse sempre aggiornati. In abbonamento gratuito per i primi 5 anni.

Accelerata sull’elettrico grazie a una startup croata

Per accelerare sullo sviluppo di veicoli elettrificati, il gruppo ha investito in Rimac Automobili, azienda croata nata 2009 in un garage in Croazia, con l’intento di creare l’auto sportiva del 21° secolo.

hyundai kona ibrida

Mate Rimac e Euisun Hung, Executive Vice Chairman del gruppo Hyundai

Complessivamente l’investimento è di 80 milioni di euro. Hyundai Motor Company e Kia Motors Corporation lavoreranno con Rimac nello sviluppo di prototipi.

Tra essi una versione elettrica del concept sportivo di Hyundai N e un veicolo elettrico a celle a combustibile di idrogeno. L’obiettivo è di introdurli sul mercato in futuro.

“Siamo rimasti molto colpiti dalla vision e dall’iniziativa pronta e decisa di Hyundai Motor Group – ha dichiarato il fondatore Mate Rimac (nella foto)-. Riteniamo che questa partnership tecnologica genererà un grande valore per le nostre aziende e i nostri clienti. Rimac è ancora giovane e relativamente piccola, ma sta crescendo rapidamente. Vediamo Hyundai come un forte investitore e un ottimo partner tecnologico, crediamo che questa collaborazione rafforzerà la nostra posizione tra i migliori fornitori sul mercato di componenti per l’elettrificazione”.

Il piano di elettrificazione di Hyundai include il lancio di 44 modelli a zero o basse emissioni entro il 2025. Allo stesso tempo il brand N, dedicato ai veicoli ad elevate performance, ha introdotto dal 2015 modelli di successo come i30 N e Veloster N.

hyundai kona ibrida

Il KIT Emozioni in bicicletta, noleggiabile

Hyundai lancia Freetime per il noleggio degli accessori

Per rispondere alle richieste di equipaggiamenti per i viaggi leisure, la sede italiana di Hyundai ha lanciato un servizio di noleggio di accessori originali

“Hyundai Freetime” è la prima attività del suo genere a essere lanciata da una casa automobilistica nel nostro Paese.

Tra i pacchetti sono disponibili il kit Emozioni in bicicletta (barre porta-tutto e porta bici), o ancora il Carico Extra. I prezzi partono da 20 euro per un noleggio della durata di un weekend (manodopera esclusa). A tutti i pacchetti si possono inoltre aggiungere i tappeti in gomma e la vasca per il baule. Nella stagione fredda, il kit Avventura invernale.

Il programma è disponibile per i modelli Hyundai più diffusi in Italia, come i20, ix20, i30, Kona, ix35, Tucson e Santa Fe.

Approfondisci sulle vendite di nuove auto nei primi cinque mesi dell’anno, in Italia.

auto ibride ed elettriche
Precedente

Auto ibride ed elettriche, così la pensano FCA e Kia

Flotte aziendali noleggio a lungo termine
Successivo

Flotte aziendali, noleggio a lungo termine promosso con riserva