AutoGreen

Maxi rottamazione Hyundai più due voucher aggiuntivi

Arriva puntuale la maxi rottamazione Hyundai, in scia alla spinta degli ecoincentivi amplificati dal Decreto Rilancio. La Casa accoglie lo spunto di validare 1.500 euro di sostegno a chi rottama una vettura vecchia di almeno 10 anni, quindi immatricolata entro il 31 dicembre 2009. Lo “sconto” vale per tutti i modelli: dalla gamma i-Range con la nuova city car i10, i20 e i30, alla gamma green Ioniq. Fino ai Suv con Kona, Tucson e Santa Fe, disponibili sia nelle motorizzazioni termiche che elettrificate.

In più, Hyundai aggiunge due voucher a partire da 500 euro: uno a chi per la prima volta acquista un’auto del costruttore coreano e per chi è già fedele.

In questo ultimo caso c’è una differenza rispetto al modello di nuova auto che si acquista.

Maxi rottamazione Hyundai più due voucher

Per Hyundai i10, i20 e ix20 il bonus vale 500 euro, mentre per i30, la gamma Kona, Tucson, Santa Fe e Ioniq hybrid vale mille euro. Inoltre, Kona Electric insieme a Ioniq plug in ed electric garantisce un vantaggio di 1.500 euro.

Ai clienti che acquistano una vettura per la prima volta, Hyundai dedica il voucher “new buyer”, fisso di 500 euro e valido su tutti i modelli. Il buono arriva via e-mail e deve essere presentato in concessionaria per l’acquisto entro il 31 luglio 2020.

Le due tipologie di voucher, per i clienti fedeli e per i nuovi, non sono cumulabili tra loro. Invece, sono abbinabili alla maxi rottamazione.

 Approfondisci qui su Kona ibrida.

maxi rottamazione Hyundai

Nuovo SUV Santa Fe in arrivo ad ottobre

Il nuovo Suv Santa Fe da ottobre in Europa

A inizio giugno, Hyundai ha svelato le prime immagini e un video del nuovo Suv Santa Fe nelle motorizzazioni full hybrid e plug in hybrid. Venduto in Europa dal 2001, lo sport utility di segmento D è al ventesimo anno di vendite ed arriva per la prima volta nelle versioni elettrificate.

Sarà disponibile da ottobre e nasce sulla nuova piattaforma di terza generazione. Quest’ultima introduce significativi miglioramenti in termini di performance, maneggevolezza, efficienza e sicurezza.

Santa Fe è dotato di un sistema che controlla il flusso d’aria nel vano motore consentendo al calore di dissiparsi. Questo incrementa la stabilità nella parte inferiore del veicolo, ulteriormente aumentata anche dalla posizione ribassata degli equipaggiamenti pesanti, che riduce il peso e abbassa il baricentro.

Anche l’aerodinamica è stata migliorata in modo da ridurre al minimo la resistenza dell’aria e offrire un’eccellente efficienza dei consumi.

I punti fissi per i bracci dello sterzo sono stati posizionati più vicino al centro dell’asse anteriore, consentendo una maggiore maneggevolezza. Allo stesso modo, il controllo di rumore, vibrazioni e ruvidità dell’andatura viene migliorato attraverso un assorbimento acustico rinforzato nelle parti più sensibili.

Le innovazioni in fatto di sicurezza in caso di collisione sono dovuti ad ulteriori progressi nella progettazione.

Attraverso l’uso di una struttura a carico multiplo, la stampa a caldo e l’integrazione di una piastra in acciaio ad altissima resistenza, la struttura consentirà all’auto di assorbire meglio l’impatto. Riducendo al tempo stesso la deformazione dello spazio nell’abitacolo.

Mobilità a idrogeno
Precedente

Mobilità a idrogeno anche sui treni con Snam e Alstom

Progetti di Seat e Cupra
Successivo

I progetti di Seat e Cupra nel Gruppo Volkswagen con la promessa di soddisfare pubblici diversi