AutoDura LexEventiGreenSguardo sul futuroSocietà NltStudi/Sondaggi

MissionForum 2020, di cosa parleremo il 28 gennaio a Milano

MissionForum 2020 porta al dibattito i temi di attualità a cui i fleet manager cercano risposte. E se l’orizzonte è la trasformazione delle flotte aziendali in un’ottica di sostenibilità, il terzo appuntamento del ciclo di incontri organizzati dalla nostra casa editrice non poteva che avere per argomenti Adas, Tco, nuova tassazione del fringe benefit secondo i valori di CO2 come stabilito dalla recente normativa, di cui vi abbiamo scritto qui.

Per farlo, il 28 gennaio a Milano, dalle 10 alle 13, sono stati chiamati a prendere parte ai discussion panel 9 autorevoli rappresentanti delle categorie cui l’attività giornalistica di MissionFleet e Missionline.it si rivolge quotidianamente. Intendiamo i fleet manager aziendali, i responsabili del mercato flotte delle case automobilistiche, i loro fornitori tra operatori di telematica e altri servizi o prodotti, naturalmente i noleggiatori. Allo stesso modo, il pubblico di MissionForum sarà composto da queste professionalità, in testa i fleet manager d’azienda.

Come vi abbiamo già scritto in questo articolo, la scelta della location è stata guidata dalla volontà di invitare i manager in un contesto che favorisca l’interazione e il networking prima e durante il dibattito.

Quest’ultimo sarà volutamente suddiviso in più momenti di discussione con i moderatori, non più di mezz’ora ciascuno. Vediamo gli argomenti.

MissionForum 2020, i 3 panel e i 9 panelist del 28 gennaio a Milano

Con Salvatore Saladino e Ludovico Maggiore, il moderatore Maurizio Bertera aprirà la prima sessione dopo avere brevemente illustrato una ricerca che dà il titolo a MissionForum 2020. Cioè “L’auto da flotta che vorrei – Il noleggio che vorrei” che ha raccolto le esigenze di 351 manager rispondenti a un sondaggio sulle loro primarie necessità in fatto di fleet management. In questo panel è prevista la partecipazione di un consulente commercialista che interverrà sulla nuova tassazione dell’auto aziendale.

Il secondo momento di riflessione vede protagonista l’avvocato Antonio Albanese, professore ordinario di Diritto civile alla Cattolica di Milano e direttore del Dipartimento di scienze giuridiche. Il tema che sta suscitando notevole interesse dalle nostre sollecitazioni alla partecipazione al forum riguarda la responsabilità per fleet manager, driver e aziende in fatto di strumentazioni Adas che non rispondono efficientemente.

Ci chiediamo: in caso di malfunzionamento o totale assenza di attuazione di un Adas, chi risponde a terze parti e delle persone trasportate? E i noleggiatori che concorso subiscono? Come scopriremo, una responsabilità va anche alle case costruttrici. E c’è da verificare come entrano in questo quadro di co-responsabilità le società che realizzano software di gestione della manutenzione dei veicoli aziendali.

Angelo Ghigliano, SIXT Italia

Aldo Paolo Iacono, Edenred

La parola ai fleet manager con Sixt ed Edenred

Infine, intorno alle 12.15 ci confronteremo con le imprese, un noleggiatore e un fornitore di servizi di fleet management. Gli chiederemo come stanno affrontando la trasformazione delle flotte senza perdersi il Tco.

Con Laura Campodonico di Erg, Antonio Ceschia di Intesa Sanpaolo e Christian Cortesi di Shima Seiki Italia entreremo in azienda, per farci dire realisticamente delle loro priorità.

Invece con Angelo Ghigliano, VP sales & marketing di Sixt Italia, e Aldo Paolo Iacono, direttore fleet & mobility di Edenred Italia, comprenderemo le posizioni di una società di noleggio che da quest’anno incrementa il parco ibrido e di un operatore di carte di pagamento multibrand per il carburante che dovrà necessariamente affrontare il tema della transizione energetica.

Approfondisci qui con l’edizione di giugno 2019 di MissionForum

Opel crea la prima città elettrica
Precedente

Opel crea la prima città elettrica a Rüsselsheim

Nissan sponsor maratona di Roma
Successivo

Nissan sempre più green, maratona da Roma all’Europa