AutoGalleryGreen

Piccolo Suv Smart, la nuova elettrica che rompe con il passato

  

Al Salone Iaa di Monaco ha debuttato il piccolo Suv Smart, una nuova auto elettrica che cambia il modo di pensare la city car per definizione. Una utilitaria, che a 24 anni dalla nascita entra in una nuova era.

Prossima alla produzione, Smart Concept #1 trasferisce le dimensioni esterne molto compatte e il tradizionale design in un nuovo concetto di veicolo. Non solo per il posizionamento premium e high tech, ma per l’intelligenza artificiale.

A detta del management, il piccolo Suv Smart rappresenta la nuova generazione della vettura del gruppo Mercedes-Benz e Geely Automobile.

Quindi, stile tedesco e tecnologie cinesi. Al cinquanta e cinquanta.

Punto primo: una livrea bianco lucido rende l’auto immediatamente riconoscibile come un membro della famiglia Smart. «Abbiamo creato un Dna stilistico completamente nuovo, che ha il potenziale per affermare Smart come marchio leader nel design», spiega Gorden Wagener, chief design officer del gruppo Daimler.

Che non si è certo risparmiato, iniziando dal tetto in cristallo profilato da una cornice illuminata. A questo si aggiunge un’ampia superficie vetrata verso il parabrezza al punto che i finestrini con porte senza telaio creano l’illusione che il tetto sia sospeso sulla carrozzeria.

Leggi di ALD Automotive che porta Smart nel noleggio a lungo termine di auto elettriche

Piccolo Suv Smart

Il piccolo Suv Smart, maniglie a scomparsa e interni “lounge”

Il primo indizio di una nuova dimensione della digitalizzazione dei futuri veicoli Smart è nelle maniglie a scomparsa delle porte, per fortuna “rivelate” da elementi luminosi. Le portiere posteriori della Smart Concept #1 si aprono in direzione opposta rispetto a quelle anteriori, a vantaggio della facilità di accesso e di uscita.

Inoltre, con le portiere completamente aperte, l’assenza del montante B rende possibile una visibilità completa dell’abitacolo.

Nonostante le dimensioni normali, gli interni del piccolo Suv Smart sono spaziosi. Questo grazie al posizionamento delle ruote agli angoli del veicolo.

Uno degli elementi di design più significativi degli interni, inoltre, è la console centrale: si estende tra i sedili anteriori e si integra senza soluzione di continuità con il cruscotto. L’elemento di comando centrale è rappresentato dallo schermo tattile 3D indipendente, con display da 12,8 pollici.

I futuri modelli Smart saranno il massimo in quanto a gestione dinamica e sicurezza passiva.

Infine, tra le novità una “importante autonomia della batteria”, funzioni di ricarica rapida e aggiornamenti over the air su cloud per il software di bordo.

La Smart diventa iper digitale

Le Smart del futuro avranno un computer centrale che controlla 4 domìni.

L’infotainment, i sistemi di assistenza alla guida, le funzioni specifiche per la mobilità elettrica e l’architettura elettrica/elettronica. Il sistema, aggiornabile da remoto, darà anche funzioni Adas che prima erano solo in minima parte a disposizione di chi era al volante.

Una nuova app per smartphone, appositamente sviluppata per Smart, contribuirà all’autonomia del driver.

L’azienda, però, non guarda solo alla tecnologia di bordo, ma pensa a una nuova strategia di vendita.

Innanzitutto, sarà acquistabile con diversi canali e i clienti potranno interagire direttamente con la Casa.

Inoltre, sostenendo l’impegno dei propri dealer sul territorio, Smart permetterà loro di focalizzarsi ancora di più nell’offrire la miglior esperienza possibile nel servizio di post vendita.

Le dimensioni? Il nuovo Suv è lungo 4,290 mm, largo 1.910 e alto 1.698. Il passo di 2.750 mm.

Visita Future.smart.com, dedicato alla Concept#1

Incentivi auto usate
Precedente

Incentivi auto usate: parte oggi il bonus fino a 2.000 euro per l'acquisto

piani urbani mobilità sostenibile
Successivo

Piani urbani di mobilità sostenibile al centro del benessere delle città