EventiSguardo sul futuro

Porsche sposa il lusso e la performance del nuovo Huawei Mate 9

Tanti i punti di contatto tra il mondo della telefonia e quello automotive. E da ieri, da Monaco di Baviera, ve ne è uno in più. Huawei, la terza società al mondo per la vendita di smartphone che aggredì il mercato inizialmente con prodotti di buona qualità ma a costi abbastanza contenuti, si è infatti lanciata sui cellulari di ultimissima generazione di alto di gamma con il suo nuovo Mate 9. E, grazie a una partnership con Porsche, addirittura di altissima gamma. Con prezzi, anche, non più da “smartphone cinesi”, ovvero a partire da 1395 euro per quello marchiato con lo stemma della casa di Stoccarda.

La versione Porsche Design è ulteriormente arricchita rispetto al già supercarrozzato Mate 9, smartphone che punta alla fascia lusso, andando contro, anche durante la presentazione, e più volte, ai rivali Apple e Samsung. Il Mate 9 propone una doppia fotocamera, realizzata in collaborazione con  Leica, una a colori (12 Megapixel) e l’altra monocromatica (20 Megapixel), una batteria da 4000 mAH, con una durata dichiarata di 2 giorni e dotata di una ricarica veloce ma allo stesso tempo a basso voltaggio per evitare problemi di surriscaldamento (e di scoppio…), uno schermo da 5,9 pollici, ma con dimensioni dell’iPhone 7 Plus che  ha un display da 5,5 pollici, e, infine, un sistema di “machine learning”, che fa apprendere il device dall’uso. La versione realizzata con i design della casa tedesca propone invece 6 GB di Ram, 256 GB di memoria interna, schermo e un colore nero grafite, acquistabile solo nei punti vendita Porsche.

Precedente

BE-FREE: anche la Tipo nel noleggio a lungo termine per privati di Leasys

Successivo

Hard o Soft Brexit? L'automotive affila le armi. Ghosn incontra May