AutoServizi

Telepass arriva in Svizzera e copre 13 Paesi in Europa

Telepass si espande in Svizzera portando a 13 i Paesi europei coperti dal proprio servizio di telepedaggio dedicato ai mezzi pesanti.

Il dispositivo interoperabile Telepass Sat potrà essere, infatti, utilizzato per il pagamento del pedaggio dei veicoli superiori a 3,5 tonnellate su 83.274 km della rete stradale svizzera, sia strade pubbliche, nazionali, cantonali che autostrade. A partire dal 14 gennaio 2021.

Oggi è attivo in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo e Polonia, nel tratto Cracovia-Katowice dell’autostrada A4. E ancora, in Austria, Germania, Danimarca, Svezia, Norvegia e Ungheria.

Telepass in Svizzera: 188mila KM gestiti

«Il nostro obiettivo nei prossimi mesi sarà elevare ancora di più i nostri standard ed estendere la nostra presenza all’intera area dell’Unione europea», commenta Francesco Maria Cenci, head of toll unit di Telepass.

L’espansione del telepedaggio europeo ha ricevuto una decisa spinta internazionale nel 2019 con la Germania e i Paesi scandinavi. Quest’anno è toccato all’Ungheria. Dunque ha raggiunto i 188.200 chilometri gestiti.

La società è market leader in Europa con il 35% di quote di mercato e più di 10 milioni di dispositivi distribuiti.

Telepedaggio europeo: Italia lenta nell’apertura del mercato

Come noto, la Direttiva 2001/52/Cee e la Decisione 2009/750/CE stabiliscono la liberalizzazione del telepedaggio nel Vecchio Continente (chiamato “Set”). A inizio dicembre la Commissione EU ha scritto ai Governi italiano e ungherese per le persistenti restrizioni all’apertura del servizio ad altri operatori.

Si legge: «Le norme europee riguardano l’ingresso sul mercato di fornitori di servizi di telepedaggio (Set) e svolgono un ruolo fondamentale nella creazione di un mercato comune per i servizi Set in Europa e nel conseguimento dell’interoperabilità per gli utenti».

Continua: «Esse esigono l’immediata conclusione di trattative contrattuali tra gli esattori di pedaggi e i fornitori di servizi in modo da garantire a questi ultimi un accesso equo e non discriminatorio al mercato riservato ai fornitori di servizi Set».

Approfondisci sul pedaggio in autostrada gratis fino al 31 gennaio.

Scenari della mobilità aziendale
Precedente

I prossimi scenari della mobilità aziendale, da fleet manager a mobility manager

MG Ehs Plug in Hybrid
Successivo

MG Ehs plug in hybrid: un nuovo Suv per le flotte