AutoServiziSocietà Nlt

UnipolSai acquisisce Car Server per 96 milioni

UnipolSai acquisisce Car Server per 96 milioni di euro. Il brand insurance fa parte del gruppo emiliano Unipol che figura tra i primi 10 in Europa nel settore delle assicurazioni e dei prodotti finanziari. Il gruppo ha chiuso il semestre con un risultato netto consolidato di 740 milioni di euro rispetto ai 644 milioni del giugno 2018.

Il perfezionamento dell’operazione dell’azienda presieduta da Pasquale Versace è stato formalizzato due giorni fa, il 1° agosto. Il Gruppo Unipol lo rende noto proprio presentando i dati di andamento del primo semestre 2019.

UnipolSai acquisisce Car Server, spinta sulla mobilità

Car Server è uno dei principali operatori attivi sul mercato italiano del noleggio a lungo termine di flotte aziendali e, più in generale, della gestione della mobilità delle imprese.

“Con tale operazione il gruppo rafforza gli asset per l’esecuzione del piano strategico 2019-2021 nell’ecosistema mobility”, spiega una nota.

Alla stampa Carlo Cimbri, amministratore delegato e direttore generale di Unipol, ha dichiarato: “Da oggi cominceremo a lavorarci per farla entrare nel piano di sviluppo, a noi interessa la piattaforma su cui impianteremo il progetto che, con la forza del gruppo, sarà completamente diverso”.

Fondata a Reggio Emilia il 28 ottobre 1994, Car Server compie i 25 anni. Ha 23 filiali e 50mila veicoli in flotta, 180 dipendenti e 8mila500 centri di assistenza convenzionati.

Con Drive Different, Car Server ha esteso ai privati la formula del noleggio a lungo termine e ha acquisito 5mila i clienti in questo segmento di mercato.

I ricavi dell’azienda si attestano a 301 milioni di euro (dato 2018, leggi qui la relazione di bilancio) mentre la quota nel NLT viene stimata fra il 5 e il 10%. Car Server aveva già un rapporto di collaborazione con il Gruppo Unipol per l’offerta della propria proposta di noleggio online e negli sportelli Unipol.

Risultati del Gruppo Unipol, tra assicurazioni e hotel

La raccolta diretta assicurativa al 30 giugno 2019, al lordo delle cessioni in riassicurazione, si è attestata a 7,2 miliardi euro (+18,5%1 rispetto ai 6,1 miliardi raccolti al 30 giugno 2018).

L’anno scorso, il Gruppo Unipol aveva raggiunto 12,3 miliardi di raccolta complessiva di premi tra ramo danni, vita e auto.

Nel comparto auto, sostanzialmente stabile, Unipol si attesta a 2,1 miliardi (-0,3%).

Negli altri settori in cui opera, vengono segnalati andamenti positivi in termini di marginalità economica per quanto riguarda il Gruppo Una, le cliniche e le aziende agricole. Il risultato economico netto della società alberghiera si è attestato a 1,2 milioni di euro, in inversione di tendenza rispetto alla perdita del periodo precedente.

Infine, dal 31 luglio scorso Unipol Banca è entrata a far parte del Gruppo Bper Banca, che a sua volta controlla Sifà, altro player del NLT in forte crescita.

Jaguar GO I-Pace
Precedente

Auto elettriche, la percorrenza media giornaliera è di 14 KM

gruppo koelliker
Successivo

Il Gruppo Koelliker e la nuova strategia nelle flotte aziendali