AutoEventi

Volvo brand da flotte. E da Suv premium. Parola di Crisci

Volvo brand da flotte. Non lo diciamo noi, bensì Michele Crisci, presidente di Volvo Car Italia, supportato dai numeri delle vendite. A esempio la XC60, modello che a Ginevra ha visto debuttare la seconda generazione, “per il 60% viene venduta come auto aziendale” dice Crisci, che sottolinea come “il 20-25% è appannaggio di società di Nlt e di Grandi aziende”, ovvero quelle che si definiscono pure fleets. Un’auto. la XC60, venduta lo scorso anno in oltre 4500 esemplari, cifra “che verrà raggiunta anche questa’anno” argomenta il manager della casa cino-svedese, che parla anche della XC90, “con 2mila vendite annue, anche qui con il 50% appannaggio delle flotte, a cui da ottobre si aggiungerà anche l’XC40“.

Volvo brand da flotte: al Salone oltre alla nuova XC60, le novità di motori

La prima generazione di Volvo XC60 in nove anni ha venduto quasi un milione di esemplari e per la seconda generazione, visto anche l’ampia concorrenza sul mercato, tra cui anche l’ultima arrivata di Casa Alfa, la Stelvio, la casa cino-svedese punta su tre sui pilastri, ovvero comfort, tecnologia e, soprattutto, la sicurezza, con il nuovo Suv del brand che porta al debutto la funzione di assistenza alla sterzata Steer Assist in aggiunta alla frenata automatica di emergenza sistema City Safety, lanciato proprio dalla XC60 nel 2008. Un’auto che fa il pieno di tecnologie come l’Oncoming Lane Mitigation, il sistema di monitoraggio dell’angolo cieco Blis che si serve ora della funzionalità Steer Assist per ridurre il rischio di impatto in fase di cambio di corsia, non solo per frenare da sola ma anche scartando per evitare l’ostacolo.

E oltre ai sistemi sempre più tecnologici la XC60 propone anche nuovi motori, ereditando dalla “sorellona” XC90 il “sistema benzina ibrido plug-in T8 Twin Engine da 407 CV a cui si affiancherà la novità diesel D5 da 235 CV” spiega Crisci. Nella gamma resterà il diesel D4 da 190 CV con in più i benzina T5 da 254 CVe il T6 da 320 CV; “mentre nel 2019 lanceremo una Volvo all electric che sarà una Volvo in tutto e per tutto” sottolinea Crisci.

Ma Volvo, oltre a Suv, vuol dire anche Station Wagon e il manager della Casa di Göteborg non si sottrae a parlare anche di un’altra icona del brand ovvero della v60, “che uscirà nel 2018”. Una capacità produttiva che, finalmente, sarà in grado di fornire i tre grandi mercati per Volvo, con le fabbriche cinesi per l’Asia, la nuova in South Carolina per gli Stati Uniti e quella storica di Torslanda, in Svezia, per l’Europa, dove appunto si produce la XC60.

Pirelli
Precedente

Pirelli lancia i pneumatici colorati e quelli connessi

Anno record per Leasys
Successivo

Anno record per Leasys il 2016. Che festeggia con i dipendenti