eventi e congressi a Milano

Eventi e congressi a Milano: intervista a Luca Martinazzoli

Esattamente un anno fa veniva inaugurato YesMilano Convention Bureau, il braccio Mice di Milano & Partners, l’agenzia di promozione della città che fa capo al Comune.

Un convention bureau atteso da anni. Un passaggio decisivo per portare ancora più eventi e congressi a Milano.

A un anno dal suo lancio, qual è il bilancio del CB del capoluogo lombardo?

Ci risponde Luca Martinazzoli, general manager di Milano & Partners: «Senz’altro positivo. Considerato il contesto completamente avverso per il settore Mice, che ha sconvolto qualsiasi tentativo di pianificazione, sono state tessute relazioni. E sia con i partner interni al convention bureau sia con i principali mercati internazionali.

Sono state anche create le condizioni di operatività. Con tanti margini di miglioramento per il prossimo futuro, ma che hanno reso subito attive le risorse impiegate. E quindi la possibilità di offrire i servizi ad operatori internazionali di ogni genere».

duomo-di-milano

Le candidature e la campagna promozionale

Prosegue Martinazzoli: «Si è dato supporto a candidature di grande impatto, penso all’Eurovision Song Contest, come al congresso internazionale sull’austronautica e ancora a Gastech. Alcune sono sfuggite, come è normale per il nostro lavoro, altre sono state vinte.

Inoltre Milano, fra le prime al mondo, ha potuto beneficiare subito dopo il primo semestre 2021 di una campagna promozionale internazionale volta a riaprire la città al business».

Quali sono i prossimi obiettivi e quali le strategie messe in atto per raggiungerli?

«Internamente lavoreremo per migliorare l’efficacia della nostra azione, ottimizzando risorse, strumenti di lavoro e tool promozionali.

Abbiamo anche intenzione di rafforzarci nel digital marketing.

Infine, abbiamo previsto un lavoro specifico di raccolta di buyer sia nei principali mercati tradizionali del settore (Europa continentale e Stati Uniti), sia attraverso approfondimenti verticali in alcuni Paesi target».

L’International Astronautical Congress (IAC) 2024 si svolgerà al MiCo con 6mila delegati. AIM Group International è il full PCO incaricato di organizzare l’evento

Eventi e congressi a Milano: investire sugli ambassador

«Parallelamente vogliamo creare un appuntamento fisso per gli ambasciatori, cioè per tutti quei manager o membri di board associativi che potenzialmente possono spendersi per promuovere la nostra destinazione per i grandi eventi internazionali.

Vogliamo dialogare con costanza con questa importantissima risorsa».

Sono in previsione programmi benefit e/o incentivi economici per i promotori che potranno preferirla per i loro eventi?

«Milano ha già una sua specifica attrattività per il segmento del business tourism. Certo che l’esperienza della pandemia ha mischiato le carte. E non abbiamo ancora contezza di come e quando il problema sarà del tutto superato.

Non crediamo tuttavia a un sistema di incentivi a carico della collettività. Crediamo sia più serio valorizzare al meglio gli asset che il nostro territorio ha e sa offrire, e sono tanti, dunque giocarci tutte le carte su di essi.

La città farà di tutto per muoversi sinergicamente con tutti gli operatori e intende offrire opportunità e servizi adeguati, anche scontati quando possibile, agli organizzatori di eventi.

Ma la politica delle gratuità, nel lungo periodo, oltre a non essere sostenibile non giova di certo al settore».

Luca Martinazzoli è intervenuto alla recente riunione di GBTA Italia, leggilo qui.