Mice per la Repubblica Ceca: a giugno il workshop a Milano

Il Mice per la Repubblica Ceca è un focus primario: caposaldo della promozione dell’ente del turismo guidato da Luboš Rosenberg, direttore Czech Tourism Italia, i viaggi per meeting e congressi contano su un’accessibilità aerea di 115 voli settimanali diretti per 19mila200 posti. L’incremento è frutto dello scambio commerciale che ha raggiunto l’ennesimo record nel 2019: 13,5 miliardi di euro. Automotive, nella parte di componentistica, e tessile i settori che alimentano il business travel, ma anche food sono i settori che legano i due Paesi. Non dimentichiamo che la Repubblica Ceca è casa di una importante casa automobilistica come Skoda, nel gruppo Volkswagen. Vista la crescita dei flussi, il Consolato di Milano ha assunto la competenza di “Generale” ed è al lavoro per nuove collaborazioni con l’Italia.

Ad esempio, il Paese punta ad ospitare le gare ciclistiche di apertura del Giro d’Italia 2022. Come accaduto con altri Paesi, in ultimo Israele l’anno scorso, la Repubblica Ceca si candida ad attrarre la celebre corsa della Maglia Rosa.

«Il cicloturismo è uno dei nostri principali temi turistici del cluster della vacanza attiva, abbiamo 40mila Km di piste ciclabili (opportunità di team building e bleisure, ndr), il Giro d’Italia troverà una sua naturale collocazione», osserva Rosenberg.

Ma dicevamo del Mice che già nel 2019 ha visto nuove opere come l’estensione del centro congressi O2 Universum che l’anno prossimo sarà completato con un hotel. Può ospitare fino a 8.500 persone, sui vari livelli. Appartiene al Prague Convention Bureau.

Scarica qui i voli del 2020.

Mice per la Repubblica Ceca

Lubos Rosenberg con Lara Cereda a TTG Travel Experience a Rimini nel 2019

Il Mice per la Repubblica Ceca, un workshop a giugno

Le attività di promozione dell’ente nel 2020 prevedono un workshop dedicato proprio al Mice. Si terrà a Milano nella seconda metà di giugno e saranno invitati hotel e Dmc per promuoversi a Pco e agenzie di eventi italiane.

Praga ospita circa 4mila500 eventi all’anno. «Il plus della capitale sta certamente nel fatto di poter abbinare a strutture moderne e personale specializzato, tour alla scoperta della città con le sue meraviglie nonchè diverse proposte incentive- argomenta la trade manager di Czech Tourism Italia, Lara Cereda -. La città è in continua trasformazione e prosegue in un ampio progetto pluriennale di ristrutturazione degli hotel specializzati in meeting e congressi».

Tra essi l’Intercontinental che riaprirà, praticamente irriconoscibile, il 1° maggio con il nuovo nome di Golden Prague Hotel. Completamente rinnovato, il Radisson Blue Hotel ha invece appena festeggiato il re-opening. Recente taglio del nastro anche per l’AeroRooms Hotel all’interno dell’aeroporto di Praga, che offre camere confortevoli per chi è di passaggio.

Lo scalo sta inoltre potenziando la capacità e il comfort delle proprie lounge, così da migliorare ulteriormente l’accoglienza business.

Nuovi hotel Mice in Repubblica Ceca

Tra le new entry annunciate per i prossimi anni, lo sbarco in Repubblica Ceca del marchio Hyatt con l’apertura dell’Andaz Hotel nel 2022 e l’arrivo dell’Hard Rock Hotel Prague nel 2023.

Novità anche da Le Hotel Group: dopo l’acquisizione, lo scorso ottobre, dell’Hotel Meteor Plaza, oggi gestisce sei strutture distribuite al massimo a 15 minuti dal centro storico di Praga. In totale di circa 1300 stanze e sale convegni con una capacità complessiva fino a 1.400 persone.

Nel 2019 il gruppo ha incrementato la capacità congressuale del Grandium Hotel Praga, che ora offre 9 sale conferenze polifunzionali (per un’area complessiva di 704 metri quadrati), dotate delle più avanzate tecnologie.

[Approfondisci sull’offerta della Repubblica Ceca a questo link]

Dall’Italia il 4% del turismo totale

Con 3,6 giorni di media i viaggiatori italiani rappresentano un mercato di viaggi sul quale capitalizzare. Di 27.182.763 pernottamenti stranieri, il 4% proviene dal Belpaese. L’Italia mantiene il 7° posto della classifica (8° quanto ad arrivi), con un trend positivo ormai da anni.

In particolare, lo scorso anno sono stati 409.623 gli arrivi italiani in Repubblica Ceca.

la meeting industry affronta il coronavirus
Precedente

La meeting industry colpita dal Coronavirus

Coronavirus
Successivo

Federcongressi censisce eventi annullati o riprogrammati per Coronavirus