NH Hotel Collection Verona apre a febbraio 2020

NH Hotel Collection Verona apre a febbraio 2020 e sarà il 53esimo albergo del gruppo in Italia, primo nella città scaligera. Inserito nel brand upper upscale, sorgerà all’interno di Palazzo Realdi, storico edificio dove è stata fondata nel 1896 la Società Cattolica di Assicurazione

Il nuovo 5 stelle si trova a pochi passi dall’Arena e dalle rovine romane, avrà 70 camere. Tra esse 14 junior suite, 6 suite più piccole e una presidenziale. Per il Mice nello specifico, sarà possibile organizzare eventi grazie alla presenza di una meeting room e di un impluvium che illumina gli interni con luce naturale e rappresenta per gli ospiti «una piacevole green lounge in cui rilassarsi o prendersi un drink», spiega la catena.

La struttura è di proprietà del Fondo Euripide dal 2018, gestito da Finanziaria Internazionale Sgr e integralmente sottoscritto dalla compagnia assicurativa veronese, che ha anche curato l’intera ristrutturazione prima di darlo in gestione a NH Hotel Group.

Scopri qui dove apre a City Life (Milano) un nuovo NH.

NH Hotel Collection Verona esprime la salute degli investimenti immobiliari nel travel

«Questo nuovo hotel rappresenterà non solo un luogo di ospitalità eccezionale sia per la posizione che per i servizi di alto livello tipici della nostra compagnia, ma anche una location in aperto dialogo con la città, in cui il cittadino, l’ospite leisure e quello business potranno trovare soddisfatte tutte le aspettative», afferma il direttore delle operazioni di NH in Italia, Marco Gilardi.

Il direttore generale di Cattolica Immobiliare, Salvatore Ciccarello: «Il settore hospitality ha acquisito una rilevanza crescente nel portafoglio immobiliare del Gruppo Cattolica e continua a essere fonte di grandi soddisfazioni. L’acquisizione di Palazzo Realdi, oggi completamente ristrutturato e affidato in gestione a un partner serio e affidabile come NH Hotel Group, conferma la nostra volontà di sviluppare questo segmento di business, che ci vede già presenti in piazze importanti per il turismo italiano come Roma, Milano e Bologna».

«Per Finint Sgr l’operazione rappresenta un caso di successo nella valorizzazione di un hotel 5 stelle, che è stato possibile finalizzare anche grazie all’esperienza, oramai decennale, maturata dal nostro team di gestione nel settore hospitality di alto livello – afferma Mauro Sbroggiò, AD di Finint Investments Sgr -. Con questa operazione, gli investimenti dei fondi da noi gestiti in alberghi a 5 e 4 stelle nelle principali città italiane superano i 400 milioni di euro».

Approfondisci con l’intervista a Marco Gilardi.

metropolitana
Precedente

Nella metropolitana di Milano la comunicazione diventa immersiva

Amway a Dubai
Successivo

Amway a Dubai con 6500 partecipanti da 9 Paesi