AccomodationGalleryMissiOnews

NH Hotel Group: i progetti della catena con Milano al centro

NH Hotels progetta almeno 20 nuovi hotel in Italia entro il 2020. “Non si tratta certamente di progetti tutti firmati, ma abbiamo piani importanti”, spiega Marco Gilardi, operations director NH Hotel Group in Italia. Milano sarà al centro degli sviluppi: in città oggi ha già 2mila200 camere ed insieme a Marriott è stata l’ago della bilancia per l’assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026.

La catena spagnola, che acquisì l’italiana Jolly Hotels e un anno fa è stata rilevata dalla società thailandese Minor, porterà nel capoluogo lombardo il brand di lusso Anantara, torna in corso Buenos Aires con una nuova struttura e nel quartiere di City Life ha già annunciato il progetto che vede il recupero di una chiesa sconsacrata (nel 2017, ndr) per un concept di hospitality che non mancherà di stupire. Le prime informazioni, infatti, svelano anche una torre alle spalle dell’ex edificio sacro, per aumentare la capacità ricettiva.

“Prospettiamo una Milano alla stregua delle grandi capitali europee – osserva Gilardi -: le Olimpiadi rappresentano un grande stimolo, ma la città è già pronta a fare un grande salto per il turismo d’affari”.

nh hotels

NH Hotels e Lobby Alive, un concept anche per il BT

A Milano e ai business traveller, NH Hotel Group propone un nuovo concept di ospitalità, ufficialmente presentato venerdì scorso con l’NH Touring di via Tarchetti (piazza della Repubblica) e la sua Lobby Alive. Posizione più che strategica, 282 camere, ristorante da 300 posti (seduti), otto sale meeting, delle quali una plenaria da 100 posti. E dall’ultima Design Week d’aprile una lobby e un bistrot che aprono le porte a viaggiatori d’affari di passaggio sia per una riunione informale sia per fermarsi al tavolo del coworking. Il tutto in uno stile e un design che gioca sulle atmosfere della ‘Milano da bere’ e della ‘Milano che lavora’.

Il progetto di arredo degli interni è del noto studio CaberlonCaroppi che ha creato “una Passeggiata milanese, cioè un percorso attraverso la storia della città, l’atmosfera tipica dei salotti milanesi e i modus vivendi notoriamente meneghini”.

Alla reception vengono riservati due desk, il minimo indispensabile. Tutt’intorno è “vita”: il bar occupa una buona parte della ‘viabilità’ e segna lo stacco tra gli ambienti living e quelli dove si può lavorare in tranquillità. Questi ultimi sono rappresentati dal grande tavolo di coworking già menzionato (la sala è chiamata Sandbox), una stanza con il camino e i divani, altri angoli appartati con poltrone e tavolini. “Ogni ambiente è chiudibile con pareti scorrevoli, quindi riusciamo a creare spazi modulari per molte esigenze: una riunione, un evento aziendale, ma anche una festa – spiega Marco Gilardi -: è capitato di servire il coffee break sul biliardo, così come di dedicare la Fireplace room per una riunione di Cda”.

Il bistrot

NH Hotels, food & beverage stellato

La ristorazione è realizzata dal Camelia’s Yard – Milano Social Bistrot che comprende un cocktail bar e il ristorante vero e proprio, dove il giardino vero non c’è ma sembra tale, con l’accento tropicale grazie al décor. “Aprire l’hotel alla frequentazione cittadina è il principio che ci guida nella trasformazione Lobby Alive e altri alberghi con queste caratteristiche verranno, nelle nostre collezioni”, sottolinea l’operations manager.

Intanto, a Venezia è stato aperto Rio Novo e qui lo storytelling è sul cinema, al punto che la sala riunioni viene dedicata alle proiezioni di film d’epoca aperte ai veneziani, grazie alla collaborazione dell’università di Ca’ Foscari. Sempre a Milano, è l’NH Porta Nuova con il food & beverage di Tablafina a portare l’innovazione di una tavola di tapas. Creata sotto la guida dei due chef stellati Michelin Abel Valverde e David Robledo, già famoso per il Santceloni.

Per l’Italia è tutto, mentre per l’internazionalità occorre volare a New York all’inaugurazione dell’NH sulla Madison Avenue, storico edificio del 1900 da 228 camere, in totale ristrutturazione. “Non vediamo l’ora di svelarvi il progetto”, chiosa Gilardi.

NH Hotel group è vicncitore agli Italian Mission Awards 2019, scopri qui quale albergo ha vinto.

 

studio SITA
Precedente

Studio Sita, la gestione del viaggio tutta dallo smartphone

Successivo

Nuovo servizio in economica per Air italy sul lungo raggio