Salvatore Pisani è l’hotel manager italiano dell’anno per EHMA

  

È Salvatore Pisani l’hotel manager italiano dell’anno. A eleggere il direttore generale dello Splendid Venice Starhotels Collezione e presidente di sezione Turismo e Servizi di Confindustria Venezia e Rovigo è stata la giuria di Ehma-European Hotel Managers Association.

L’annuncio è stato dato dal presidente europeo e delegato nazionale Ezio A. Indiani, general manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano, durante il meeting autunnale del chapter italiano dell’associazione.

Le ragioni della scelta

 «Dopo un’attenta riflessione, la giuria ha espresso la sua scelta tenendo in considerazione: l’eccellente lavoro di rinnovamento e rilancio della struttura in un periodo di particolari difficoltà congiunturali e di forte concorrenza dell’offerta, l’ottima gestione finanziaria, il grande spirito di innovazione e la forte spinta alla cultura e alla vita sociale della comunità, la creazione di una squadra interna motivata e coesa e l’attenzione allo sviluppo dei talenti», commenta Indiani.

I goal di Salvatore Pisani

Nel curriculum di Salvatore Pisani ci sono 35 anni di attività.

Ha rilanciato l’hotel Splendid Venice dopo un rinnovamento da 25 milioni di euro. Inoltre, ha riposizionato la proprietà nei mercati chiave. Come? Con iniziative di re-branding, vendita e marketing, di esplorazione di nuovi mercati e di sviluppo degli spazi sottoutilizzati.

Ezio Indiani riconfermato alla guida di Ehma Italia

Ezio A. Indiani, general manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano e delegato nazionale di Ehma

Sempre durante la riunione del chapter italiano di Ehma Ezio A. Indiani è stato riconfermato per i prossimi 3 anni delegato nazionale dell’associazione.

Il suo deputy è Damiano de Crescenzo, direttore generale Planetaria Hotels.

Un maestro dell’hotellerie

Ezio Indiani ha maturato in ambito internazionale una grande esperienza nel campo dell’hôtellerie di lusso. Infatti, ha lavorato per alcuni tra i più prestigiosi alberghi del mondo.

Nel 2002 gli è stato attribuito il Premio Hermes come migliore direttore d’albergo del mondo e nel 2009 ha ricevuto il Premio Excellent come manager alberghiero internazionale.

Il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere e ha ricevuto la decorazione della Stella al Merito del Lavoro.

Infine, il sindaco e la Città di Milano gli hanno consegnato l’Ambrogino d’Oro nel 2013, massimo riconoscimento civico del capoluogo lombardo.

Eventi e congressi senza distanziamento
Precedente

Eventi e congressi senza distanziamento: aggiornate le linee guida

Grand Hotel della Posta Sondrio
Successivo

Il Grand Hotel della Posta di Sondrio riapre con una nuova gestione